BookStore - Vedute di Torino e di altri luoghi notabili degli Stati del Re delineate e intagliate dal Conte Sclopis del Borgo, Ed. Pozzo Gros Monti, 1991

Vedute di Torino e di altri luoghi notabili degli Stati del Re delineate e intagliate dal Conte Sclopis del Borgo, Ed. Pozzo Gros Monti, 1991

90,00 i.i.

Singolare raccolta di incisioni di Torino, dovuta alla mano e alla sensibilitá di Ignazio Sclopis del Borgo [1727-1793], personaggio emblematico della piccola aristocrazia torinese del XVIII secolo…

Descrizione

Edizione Pozzo Gros Monti, Torino, 1991
Curatela Rosanna Roccia e Ada Peyrot Illustrazioni Disegni in B/N e a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 25 + tavv. illustrate non num.
Dimensioni 40 x 28,5 x 2 cm. Peso 1,41 kg.
Descrizione

L

a benemerita attività editoriale dell’Archivio Storico dela Città di Torino, mirata alla divulgazione e ala valorizzazione del cospicuo patrimonio documentario civico, prosegue quest’anno con la pubblicazione di una singolare raccolta di incisioni, dovuta all’abilissima mano e alla spiccata sensibilitá di Ignazio Sclopis del Borgo [1727-1793], personaggio emblematico della piccola aristocrazia torinese del XVIII secolo. L’artista, dedito per naturale inclinazione al disegno e al bulino, nonché all’esplorazione di luoghi e di caratteri, seppe cogliere con sguardo penetrante e tradurre sulla carta e sul rame le suggestioni del variegato microcosmo subalpino settecentesco, che l’occhio frettoloso di alcuni viaggiatori a lui contemporanei aveva invece interpretato come un mondo eccessivamente metodico, se non noioso e triste.

Come altri visitatori forse più attenti e sagaci, o soltanto maggiormente propensi al fascino discreto dell’ordine e della regolarità – quali Charles de Brosses, Joseph-Jérome de Lalande, Juan Andrés – lo Sclopis riuscì ad individuare e a porgere attraverso le belle vedute di Torino (e di altre non meno interessanti località del Piemonte egualmente qui rappresentate), non soltanto il ritmo amonico delle architetture, l’eleganza raffinata delle piazze, l’alineamento costante delle contrade, ma anche il fervore palpitante di tante presenze, testimoni eloquenti di una cittä viva, serena, piacevole: la città felice, che, necessariamente accresciuta e trasformata in quell’inarrestabile processo evolutivo destinato a cambiare luoghi, cose, uomini, vorremmo oggi senza sogni utopici restituire ai cittadini.

Siamo grati alle Autrici di questo libro e a quanti vi banno collaborato per avere reso accessibili queste immagini di un tempo neppure troppo remoto.

 

[Valerio Zanone, sindaco di Torino, Torino, Dicembre 1990]

Note bibliografiche

Pubblicazione orizzontale di grande formato del 2004, a copertina rigida cartonata azzurra con titoli al piatto e al dorso; rilegata a filo; stampata su carta pergamenata di buona qualità e grammatura, con ampie marginature alle tavole; ricca di incisioni in B/N a tutta pagina; provvista di cofanetto grigio rigido editoriale.

Stato di conservazione

Più che Ottimo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura compatta e resistente; copertine rigide quasi intatte, con pochi segni del tempo e lievi sbiaditure al dorso dovute alla luce; ingiallimento delle pagine ridottissimo, ed ampiamente nella norma per l’età ed il materiale; coste abbastanza luminose ma con qualche piccola fioriture supeificiale; cofanetto strutturalmente integro, con velature di polvere ed aree un po’ sbiadite dalla luce].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.41 kg
Dimensioni 40 × 28.5 × 2 cm
Luogo di pubblicazione

Torino

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Vedute di Torino e di altri luoghi notabili degli Stati del Re delineate e intagliate dal Conte Sclopis del Borgo, Ed. Pozzo Gros Monti, 1991”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: