BookStore - S. Settis (a cura di), Memoria dell’antico nell’arte italiana – Vol. 1: L’uso dei Classici, Ed. Einaudi, 1984

-39%

S. Settis (a cura di), Memoria dell’antico nell’arte italiana – Vol. 1: L’uso dei Classici, Ed. Einaudi, 1984

77,47 47,00 i.i.

Il Tomo raccoglie saggi di studiosi diversi per formazione, e gli strumenti dello storico, dell’archeologo e dello storico dell’arte sono costretti al confronto…

Descrizione

Edizione e Anno Einaudi, Torino, 1984 Curatore Salvatore Settis
Collana Biblioteca di Storia dell’Arte / Nuova Serie, #1 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N
N. Volumi 1 (su 3 complessivi che compongono la Serie) N. Pagine XXVII + 477
Dimensioni 16 x 22 x 4,8 cm. Peso (senza imballo) 1,18 kg.
Descrizione

I tre tomi complessivi della Memoria dell’antico nell’arte italiana (di cui viene qui offerto il Primo) raccolgono, in coerente tessitura di ricerche e d’intenti, saggi di studiosi diversi per formazione professionale e per ambito di ricerca: perché è sembrato che un approccio incrociato, dove gli strumenti dello storico, dell’archeologo, dello storico dell’arte siano costretti, affrontando argomenti contigui, al confronto, possa offrire una migliore approssimazione a un tema tanto complesso, e cosí spesso trattato con leggerezza.

Né si tratta soltanto di allargare il ventaglio delle opinioni, o la somma dei dati, dei fatti presentati e discussi: il mero accumulo erudito troppo spesso si fa ingombro alla comprensione, ci allunga e ci complica la strada. Il vantaggio di un «tiro incrociato» è, piuttosto, che gli stessi fatti, gli stessi oggetti, se analizzati da piú d’un punto di vista, cambiano aspetto; e ciascuno dei tentativi di mettere a fuoco un fatto determinato deve fare i conti con gli altri.

Questo dialogo a piú voci fra gli autori dei singoli saggi (e fra i loro «mestieri») vorremmo – è l’invito che rivolgiamo al lettore – che si traducesse in stimolo critico a ripercorrere, esercitandoli «in proprio» con l’aiuto dei testi qui offerti, quei meccanismi di controllo reciproco (da un saggio all’altro, da un «mestiere» all’altro) che solo si possono mettere in opera se si cambia, ogni tanto, osservatorio.

L’opzione «forte», che lega l’uno all’altro piú d’un saggio, per una linea di continuità della presenza e della memoria dell’antico non vuole, perciò, appiattire il profilo della ricerca, o disegnare uno sfondo uniforme: al contrario, pretende che su quella linea balzino con piú netto contorno uomini, immagini, episodi; dove la memoria dell’antico non venga proposta né come ricorrenza dell’ovvio, né come folgorazione del critico, ma invece misurata sul metro della filologia.

Sforzandosi di offrire prove, di esplicitare il piú possibile il punto di vista e il percorso della ricerca, non si risolve certo un labirinto in percorso rettilineo: ma si offre al lettore – è la nostra speranza – la possibilità di verificare la strada che sta compiendo, di trovarne una migliore.

I saggi inclusi in questo tomo sono di: Chiara Frugoni, Massimo Miglio, Michael Greenhalg, Gisella Cantino Wataghin, Maurizio Bettini, Carlo Roberto Chiarlo, Claudio Franzoni, Romano Silva, Giovanni Agosti e Vincenzo Farinella.

Note bibliografiche

Prima Edizione Einaudi del 1984, a copertina rigida in tela arancione titolata in bianco al dorso con sovracoperta illustrata; stampata su carta di buona qualità e rilegata a filo; arricchita da inserti fotografici e disegni in B/N; volume contenuto in un cofanetto rigido edit. illustrato, che presenta un’estetica identica alla sovracoperta del tomo.

Stato di conservazione

Ottimo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura compatta e resistente; copertine rigide quasi intatte, con lievi fioriture al lato interno posteriore; sovracoperta in ottimo stato, con minimi segni di vissuto ai bordi ed un po’ di polvere al dorso; coste poco impolverate; ingiallimento delle pagine ridottissimo; cofanetto rigido funzionale e ben conservato, con trascurabili velature di polvere].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.18 kg
Dimensioni 16 × 22 × 4.8 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Torino

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “S. Settis (a cura di), Memoria dell’antico nell’arte italiana – Vol. 1: L’uso dei Classici, Ed. Einaudi, 1984”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: