BookStore - Albert Robida, Viaggi straordinarissimi di Saturnino Farandola nelle 5 o 6 parti del mondo e in tutti i paese visitati e non visitati da Giulio Verne, Ed. Sonzogno, 1976

Albert Robida, Viaggi straordinarissimi di Saturnino Farandola nelle 5 o 6 parti del mondo e in tutti i paese visitati e non visitati da Giulio Verne, Ed. Sonzogno, 1976

46,00 i.i.

Di tutti i libri di fantasticheria esotica e meravigliosa scritti nell’Ottocento, Saturnino Farandola, di A. Robida, è certamente il più famoso…

Descrizione

Edizione e Anno Sonzogno, Milano, 1976 Illustrazioni Disegni in B/N
N. Volumi 1 N. Pagine 617
Dimensioni 14,5 x 21 x 3,7 cm. Peso (senza imballo) 0,81 kg.
Descrizione

Di tutti i libri di fantasticheria esotica e meravigliosa scritti nell’Ottocento, Saturnino Farandola è certamente il più famoso: abbandonato, appena venuto al mondo, nel mare in tempesta, il protagonista – Saturnino Farandola, appunto – viene raccolto, naufrago, da una famiglia di scimmie, che lo credono un loro simile mal riuscito e lo allevano amorevolmente.

Ma, crescendo, il nostro eroe si accorge suo malgrado di essere «diverso» e di essere destinato a far parte della società umana e (cosiddetta) civile. Da qui in poi, allora, e per tutte le seicento e passa pagine del libro, lo vediamo girare il mondo intero, al centro di incredibili avventure: dall’Africa all’Oceania, dall’America all’Asia, all’Europa.

Alla fine, dopo aver rischiato la vita e dichiarato un gran numero di guerre per donne bellissime, il nostro eroe arriverà alla conclusione che il suo posto vero è a Pomotù, tra gli amici scimmioni. E riapproderà all’isola felice.

Torna, dunque, un grande libro della Sonzogno, esauritissimo da tempo e sempre ricercato, con il suo scanzonato protagonista, per buona parte tipico eroe ottocentesco, convinto assertore del progresso e dell’espansione illimitata della civiltà, ma anche, in parte (ed è qui la novità rispetto ai personaggi di Giulio Verne, suoi contemporanei) critico divertito e divertente dei miti dell’industrialismo, dell’imperialismo coloniale, della vocazione missionaria della razza bianca.

E tornano anche, con la presente edizione, le quasi quattrocento illustrazioni dell’Autore, componente essenziale dell’opera di Robida e argute, originalissime «perle» della grafica francese del secolo scorso. Un motivo di più, anche questo, per leggere o per rileggere, e per riassaporare impressioni favolose e primitive.

Note bibliografiche

Prima Edizione Sonzogno del 1976, a copertina morbida lucida illustrata a colori con alette, con titoli al piatto e al dorso; rilegata a filo; ricca di disegni in B/N nel testo e a tutta pagina.

Di non facile reperibilità sul mercato.

Stato di conservazione

Ottimo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e resistente; copertine morbide in buono stato, con minori segni di vissuto ai bordi e leggere opacità da sfregamento ai piatti; coste lievemente impolverate; ingiallimento delle pagine molto ridotto, e nella norma per il materiale e l’età].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.81 kg
Dimensioni 14.5 × 21 × 3.7 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Albert Robida, Viaggi straordinarissimi di Saturnino Farandola nelle 5 o 6 parti del mondo e in tutti i paese visitati e non visitati da Giulio Verne, Ed. Sonzogno, 1976”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: