BookStore - Pietro Chiari, Commedie in versi (Tomo IX), Ed. Bettinelli, 1761

Pietro Chiari, Commedie in versi (Tomo IX), Ed. Bettinelli, 1761

67,00 i.i.

Pietro Chiari è stato un gesuita, drammaturgo, scrittore e librettista italiano dell’ordine dei gesuiti: tra il 1747 e il 1762 fu a Venezia con il titolo di poeta di corte del duca Francesco III d’Este

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: , ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e AnnoGiuseppe Bettinelli, Venezia, 1761
N. Volumi1N. Pagine303
Dimensioni13 x 20 x 2,6 cm.Peso (senza imballo)0,34 kg.
Descrizione

Titolo completo: «Commedie in versi dell’abate Pietro Chiari bresciano, poeta di S.A. Serenissima il Sig. Duca di Modana. Tomo Nono, in Venezia, MDCCLXI».

 

Pietro Chiari (Brescia, 25 dicembre 1712 – Brescia, 31 agosto 1785) è stato un gesuita, drammaturgo, scrittore e librettista italiano. Appartenne all’ordine dei gesuiti fino al 1747: abbandonata la congregazione, tra il 1747 e il 1762 fu a Venezia con il titolo di poeta di corte del duca Francesco III d’Este, però senza tenere alcuna carica pubblica.

In questo periodo scrisse circa una sessantina di commedie, che lo portarono spesso a scontrarsi, almeno fino al 1761, con Carlo Goldoni. Nel 1762, anche il sacerdote e letterato Giuseppe Manzoni, pubblicò un libello, intitolato Riflessioni critiche sopr’alcune proposizioni trovate nel libro intitolato Il genio e i costumi del secolo corrente proposte al celebre sig. abate Chiari, con il quale criticava il giudizio dell’abate su quali testi fossero più adatti per l’educazione dei giovani. Dal 1761 al 1762 fu direttore della Gazzetta Veneta. Dal 1762 trascorse gli ultimi anni di vita nella sua città natale.

Fu anche autore di numerosi libretti d’opera. Parte dei suoi lavori furono pubblicati nelle raccolte Commedie (Venezia 1756, Bologna 1759-62), Nuova raccolta di commedie (Venezia 1762) e Tragedie (Bologna 1792).

Tra i suoi lavori principali spiccano le Lettere ad una “dama di qualità”, un’opera realizzata, in modo unitario, attraverso una lunga serie di lettere, scritte con improntitudine, sagacia e satira, volte a raccontare pregi e difetti, vizi e virtù dell’uomo antico e di quello moderno, implicita critica a le “Lettere Critiche” di Giuseppe Antonio Costantini, pubblicate sempre a Venezia nel ‘700.

 

Contenuto:

  • La notte critica
  • Le nozze di Bertoldo
  • L’ amore di liberta
  • La donna di spirito
Note bibliografiche

Pubblicazione del 1761 appartenente ad una serie dedicata alle opere del Chiari, stampata da Giuseppe Bettinelli a Venezia, a copertina semi-rigida; rilegata a filo; pagine con tagli non rifilati.

Stato di conservazione

Ottimo [volume molto ben tenuto nel suo complesso, non recante strappi alle pagine o alle copertine, né logorii critici; copertine esternamente integre e pulite, ma con residui (ai lati interni) di una copertura postuma in carta (pochi e “sopportabili”); legatura morbida e resistente; ingiallimento della carta delle pagine molto ridotto, e con bassissima presenza di fioriture; coste luminose e non rovinate].

Informazioni aggiuntive

Peso0.34 kg
Dimensioni13 × 20 × 2.6 cm
Autore/i

Pietro Chiari [1712 -1785]

Luogo di pubblicazione

Venezia

Anno di pubblicazione

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Pietro Chiari, Commedie in versi (Tomo IX), Ed. Bettinelli, 1761”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La ns. Sede "fisica" è aperta solo di mattina ed occasionalmente: per visitarci, è gradito un preavviso.
È sempre attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 24/48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora