BookStore - Orio Vergani e Fortunato Rosti (a cura di), Teatro milanese, Ed. Guanda, 1958

Orio Vergani e Fortunato Rosti (a cura di), Teatro milanese, Ed. Guanda, 1958

33,00 i.i.

Il testo tratta specificatamente del Teatro milanese, fiorito sullo scorcio del secolo XIX e piú precisamente di quello che appartiene alla commedia d’arte.

Descrizione

Edizione e Anno Guanda, Parma, 1958 Collana Fenice del Teatro, #4
Curatela Orio Vergani e Fortunato Rosti Illustrazioni 31 fotografie in B/N f.t.
N. Volumi 2 N. Pagine XXI, 393 + 542
Dimensioni 15,3 x 23,3 x 7,5 cm. Peso (senza imballo) 1,82 kg.
Descrizione

L’importanza e l’opportunità di questa pubblicazione (che non vuol essere una edizione critico-filologica né potrebbe esserlo dato il materiale disponibile) è evidente, se si considera, oltre la difficoltà reperire testi esatti e completi, l’incertezza sempre piú grande di trasferire dai copioni, conmedie la cui rappresentazione non è avvenuta da molti anni e delle quali le storie letterarie rammentano sí e no appena i titoli; talvolta anche errati.

L’Antologia quindi mentre colma la metaforica lacuna riuscirà d’ausilio agli studiosi, d’interesse ai curiosi e proporrà finalmente una piú seria e documentata valutazione delle opere in un orientamento selettivo. Si tratta specificatamente del Teatro milanese, fiorito sullo scorcio del secolo XIX e piú precisamente di quello che appartiene alla commedia d’arte (e non dell’arte) piuttosto che dell’altro (anche piú lontano nel tempo) dove il pretesto dialettale è fornito da una maschera (Meneghino del Maggi), o da un carattere (Biagio da Viggiú) nella tragicommedia del Porta e Grossi; commedia quest’ultima che si è creduto tuttavia di mantenere in questa raccolta, sia per dare un esenmpio di tale genere, sia perché è sembrato ai compilatori di buon auspicio l’iniziare con un grande nome caro ai Milanesi e di risonanza nazionale: quello di Carlo Porta.

Né si è voluto insistere su quel particolare genere di teatro che si appoggia ai grandi mami, come il Ferravilla ed altri minori od indulgere alle produzioni che, conformandosi ad essi come elementi catalizzatori di eccezionale talento, risultano però irrilevanti da un punto di vista drammatico e letterario.

L’Antologia non li dimentica ma, giustamente, mette in maggior rilievo quelle opere fondamentali che attestano non una attività sporadica ma un sentito bisogno del popolo milanese di vivere e di specchiare se stesso sul palcoscenico. Capolavori del genere tragico e del genere comico di Carlo Bertolazzi, Ettore Albini, Decio Guicciardi, Antonio Curti, Carlo Dossi, Guido Bertini, Antonio Stoppani e Luigi Illica sono le opere fondamentali di questa Antologia: opere vittoriose anche nel tempo.

Indice:

  1. Giovanni Maria Visconti, di Carlo Porta e Tommaso Grossi
  2. On panattonin, di Camillo Cima
  3. La mej manera de lassà la morosa, di Cletto Arrighi
  4. Ona famiglia de cilapponi, di Carlo Dossi
  5. La luna de mel del sur Pancrazi, di Edoardo Ferravilla
  6. El sur Pedrin in quarella, di Edoardo Ferravilla
  7. El duell del sur Panera, di Gaetano Sbodio
  8. In Sagrestia, di Davide Carnaghi
  9. Trani e Barletta, di Antonio Curti
  10. L’ereditaa del Felis, di Luigi Illica
  11. Ol paradiis di poaritt, di Antonio Stoppani
  12. El nost Milan (La povera gent), di Carlo Bertolazzi
  13. La gibigianna, di Carlo Bertolazzi
  14. La torta, di Decio Guicciardi
  15. La lengua de can, di Decio Guicciardi
  16. La guéra, di Pompeo Bettini e Ettore Albini
  17. L’anima travasada, di Guido Bertini
  18. Scapusc, di Giuseppina Ferioli
  19. Ona volada de strasc, di Giorgio Bolza
  20. Bolonitt de savon, di Giovanni Barrella
  21. El Marchionn di gamb avert, di Ciro Fontana
Note bibliografiche

Prima Edizione del 1958, a copertina rigida telata verde, con titoli e fregi dorati al piatto e al dorso; rilegata a filo; arricchita da fotografie in B/N su carta lucida f.t.; frontespizi bicromatici in nero e verde; volumi dotati di sovracoperte lucide illustrate; dotata di cofanetto rigido editoriale illustrato con estrattore in seta verde.

Stato di conservazione

Ottimo [a livello strutturale i libri sono in ottimo stato e non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legature compatte e resistenti; copertine rigide integre, con minimi segni di vissuto e leggerissime consunzioni da sfregamento ai piatti; sovracoperte complete, senza rotture, e con pochi segni del tempo; ingiallimento delle pagine ben contenutonella norma per l’età e l’edizione; coste poco impolverate; cofanetto ben tenuto, senza abrasioni, con lievi impolverature trascurabili].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.82 kg
Dimensioni 15.3 × 23.3 × 7.5 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Parma

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Orio Vergani e Fortunato Rosti (a cura di), Teatro milanese, Ed. Guanda, 1958”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: