BookStore - Michele Cervantes di Saavedra, Don Chisciotte della Mancia, Ed. Curcio, 1950

Michele Cervantes di Saavedra, Don Chisciotte della Mancia, Ed. Curcio, 1950

72,00

Don Chisciotte‘ è la più rilevante opera letteraria di Miguel de Cervantes Saavedra e una delle più importanti nella storia della letteratura mondiale.

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: , ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno Armando Curcio, Roma, 1950 Illustrazioni Disegni in B/N e a colori
Autori dei disegni Gustave Doré [1832-1883] e Umberto Onorato [1898-1967] Traduzione integrale Pietro Curcio
N. Volumi 1 N. Pagine 684
Dimensioni 23 x 31,5 x 5,8 cm. Peso (senza imballo) 2,35 kg.
Descrizione

Don Chisciotte della Mancia (titolo originale in lingua spagnola: El ingenioso hidalgo don Quijote de la Mancha) è la più rilevante opera letteraria dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes Saavedra ed una delle più importanti nella storia della letteratura mondiale.

Vi si incontrano, bizzarramente mescolati, sia elementi del genere picaresco, sia del romanzo epico-cavalleresco, nello stile del Tirant lo Blanch e del Amadís de Gaula. I due protagonisti, Alonso Chisciano (o Don Chisciotte) e Sancho Panza, sono tra i più celebrati personaggi della letteratura di tutti i tempi.

Il protagonista della vicenda – un uomo sulla cinquantina, forte di corporatura, asciutto di corpo e di viso – è un hidalgo spagnolo di nome Alonso Quijano, morbosamente appassionato di romanzi cavallereschi. Le letture lo condizionano a tal punto da trascinarlo in un mondo fantastico, nel quale si convince di essere chiamato a diventare un cavaliere errante. Si mette quindi in viaggio, come gli eroi dei romanzi, per difendere i deboli e riparare i torti. Alonso diventa così il cavaliere don Chisciotte della Mancia e inizia a girare per la Spagna. Nella sua follia, Don Chisciotte trascina con sé un contadino del posto, Sancho Panza, cui promette il governo di un’isola a patto che gli faccia da scudiero.

Note bibliografiche

Prima Edizione di Armando Curcio del 1950, di grande formato; copertina rigida in tela rosa con titolazioni dorate ai piatti e al dorso; legatura a filo; arricchita dalle incisioni in B/N nel testo di Paul Gustave Louis Cristophe Doré [1832-1883], e dai disegni a colori a tutta pagina dello scenografo e caricaturista Umberto Onorato [1898-1967].

Per niente comune sul mercato, e quasi mai a cifre “popolari”.

Stato di conservazione

Buono [l’articolo è palesemente vissuto, ma a livello strutturale non si notano gravi danni, né scritte, segni, strappi o cedimenti preoccupanti; l’ingiallimento della carta è presente ed entro margini di normalità, considerata l’età ed il materiale; poche e sparse fioriture leggere, soprattutto alle pagine neutre iniziali e finali ed agli interni di copertina; legature allentate dall’uso ma ancora resistenti; copertine integre e senza rotture, con alonature di polvere ai piatti e al dorso e urti leggeri agli spigoli; sovracoperta completa seppur con svariate abrasioni e piccole crepe di bordo, rinforzate con nastro adesivo trasparente; coste un po’ imbrunite].

Informazioni aggiuntive

Peso 2.35 kg
Dimensioni 23 × 31.5 × 5.8 cm
Autore/i

Miguel de Cervantes Saavedra [1547-1616]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Roma

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Michele Cervantes di Saavedra, Don Chisciotte della Mancia, Ed. Curcio, 1950”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: