BookStore - Matteo Nardelli, La Chanson de Roland. Studio introduttivo, testo, traduzione e note, Ed. Sigla, 1958

Matteo Nardelli, La Chanson de Roland. Studio introduttivo, testo, traduzione e note, Ed. Sigla, 1958

27,00

La Chanson de Roland, scritta nell’XI secolo, appartiene al ciclo carolingio e come ogni testo di natura epica, trae spunto da un evento storico, la battaglia di Roncisvalle del 778.

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno Sigla Editrice, Milano, 1958 Illustrazioni Disegni a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 305
Dimensioni 17 x 24,2 x 2,4 cm. Peso (senza imballo) 0,72 kg.
Descrizione

La Chanson de Roland (o Canzone di Rolando o Orlando), scritta nella seconda metà dell’XI secolo, appartiene al ciclo carolingio ed è considerata tra le opere più significative della letteratura medievale francese.

Come ogni testo di natura epica, essa trae spunto da un evento storico, la battaglia di Roncisvalle, avvenuta il 15 agosto 778, quando la retroguardia di Carlo Magno, comandata dal paladino Rolando prefetto della Marca di Bretagna e dagli altri paladini, di ritorno da una spedizione in Spagna fu attaccata e distrutta dai baschi – nella riscrittura epica trasformati in saraceni.

La Chanson de Roland è scritta in 4002 “décasyllabes”, equivalente francese degli endecasillabi italiani, raggruppati in 291 lasse assonanzate da un certo Turoldo. Essa ci è tramandata da nove manoscritti, dei quali il più importante, conservato a Oxford, è in lingua anglo-normanna, una delle molte varianti regionali della lingua d’oïl (o francese antico) la lingua volgare neolatina della Francia del nord.

La presente traduzione della “Chanson de Roland“, fu pubblicata, in varie puntate sulla rivista “Universitas Europae” nel 1953: viene ora riunita in un unico volume da Matteo Nardelli, insieme al testo originale, dopo essere stata interamente riveduta. La trascrizione segue il testo del Bédier (Parigi, 1922).

 

Indice:

  • Introduzione (Le Gesta – La Chanson de Roland – Lingua, stile, metrica – La leggenda, il poema, gli eroi)
  • La Chanson de Roland (testo francese a fronte)
  • Commento
Note bibliografiche

Prima Edizione del 1958, a copertina morbida beige con titoli in nero al piatto e al dorso; rilegata a filo; stampata su carta opaca, con ampie marginature alle pagine; arricchita da IX tavole illustrate a colori f.t. (disegni a colori di vetrata istoriata: la vetrata nel suo insieme e parti di essa).

Stato di conservazione

Più che Buono [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura morbida e molto resistente, con alcuni cedimenti non seri al dorso rinforzati con colla vinilica; copertine funzionali e complete, con alcune abrasioni ai bordi non preoccupanti, una crepa al piatto anteriore rinforzata internamente con nastro adesivo trasparente ultrasottile e velature di polvere; ingiallimento delle pagine inevitabilmente presente, soprattutto ai bordi, ma nella norma per l’età e l’edizione; coste appena un po’ imbrunite].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.72 kg
Dimensioni 17 × 24.2 × 2.4 cm
Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Matteo Nardelli, La Chanson de Roland. Studio introduttivo, testo, traduzione e note, Ed. Sigla, 1958”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: