BookStore - Massimo Grillandi, Lucrezia Borgia, Ed. Rusconi, 1984

Massimo Grillandi, Lucrezia Borgia, Ed. Rusconi, 1984

20,20 i.i.

Lucrezia Borgia è stata, specie nell’Ottocento, caricata di simboli oscuri: donna perversa e lussuriosa, peccatrice somma e crudele manipolatrice di veleni…

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categoria:

Descrizione

Edizione e Anno Rusconi, Milano, 1984 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N e a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 366
Dimensioni 14 x 21,8 x 3,6 cm. Peso (senza imballo) 0,76 kg.
Descrizione

La figura di Lucrezia Borgia è stata, specie nell’Ottocento, caricata di simboli oscuri: donna perversa e lussuriosa, peccatrice somma e crudele manipolatrice di veleni, regina di intrighi terribili e di spietate avventure. Si è voluto, sulla sua persona, costruire un fardello di fatti e di pensieri nefandi, che la moderna storiografia, il nuovo corso delle ricerche ha quasi del tutto demolito.

In verità, sulla gentile figura di Lucrezia, bellissima figlia di Alessandro VI il papa Borgia spietato e simoniaco, sorella di quel duca Cesare detto il Valentino che osò sfidare ogni legge divina e umana al servizio del proprio grandioso disegno di potere, aleggiava sino a oggi un fosco mito di orrori e di turpitudini che non le compete.

Massimo Grillandi, con un accurato lavoro di ricerca che ha introdotto molti elementi sin qui sconosciuti e con la meditazione dei più attendibili testi pubblicati, ci dà, nella sua prosa smagliante e altamente suggestiva, una inedita e più delicata figura di Lucrezia, restituendola alla sua verità umana e psicologica.

Colei che dal Tasso e dai maggiori poeti del suo tempo venne considerata «il sole del mondo» rivive in questo romanzo biografico in tutta la sua sfolgorante bellezza e con il suo destino inimitabile. Figlia di un pontefice romano, sorella di colui che osò per primo, anche con delitti inauditi, tentare la riunificazione d’Italia, sposa in prime nozze, per ragioni dinastiche, di Giovanni Sforza il pavido signore di Pesaro, poi del seducente e sfortunato Alfonso d’Aragona duca di Bisceglie e principe di Napoli, e infine del duro ma leale Alfonso d’Este duca di Ferrara, legata da romantici vincoli d’amore al grande poeta Pietro Bembo e poi più concretamente ancora amante del marchese Francesco Gonzaga, il vincitore di Fornovo, signore di Mantova, Lucrezia appare in queste pagine la regina e il miraggio di un’epoca di cortesie estreme e di crudeltà inimmaginabili.

Le sontuose feste cui Lucrezia prese parte, le sottili congiure di cui fu oggetto (strumento sempre di potere nelle spregiudicate mani del padre e del fratello), le uccisioni crudeli, gli agguati – terribile fra tutti quello che le uccise quasi fra le braccia il secondo marito Alfonso d’Aragona a opera del Valentino –, il fasto inaudito della Roma cinquecentesca e delle corti del tempo, le eleganze, i gioielli, la bellezza degli arredi e del sistema di vita della nobiltà e dell’alto clero, gli spettacoli, le esecuzioni, la morte apocalittica di Alessandro VI, l’ascesa di Cesare e la sua tragica fine: tutto ciò sta in questo cattivante libro dove Lucrezia, i cui capelli biondi a distanza di quattro secoli fecero innamorare Byron, appare viva e intatta, ancora con la magia sottile dei suoi profumi, la seduzione della sua persona, l’esaltante e tragica avventura del suo destino.

Note bibliografiche

Prima Edizione del 1984 della celebre Collana Le vite, a copertina rigida in tela rossa, con titoli dorati al dorso; rilegata a filo; stampata su carta opaca di buona grammatura; dotata di sovracoperta fotografica lucida a colori; arricchita da fotografie e disegni in B/N e a colori.

Stato di conservazione

Come Nuovo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e resistente; copertine rigide quasi intatte; sovracoperta in ottimo stato, con minori segni di vissuto ai bordi e leggere opacità da sfregamento ai piatti; coste poco impolverate; ingiallimento delle pagine alquanto ridotto, e nella norma per il materiale e l’età].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.76 kg
Dimensioni 14 × 21.8 × 3.6 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Massimo Grillandi, Lucrezia Borgia, Ed. Rusconi, 1984”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: