BookStore - Luigi Amorth, Modena capitale. Storia di Modena e dei suoi Duchi dal 1598 al 1860, Ed. Aldo Martello, 1967

Luigi Amorth, Modena capitale. Storia di Modena e dei suoi Duchi dal 1598 al 1860, Ed. Aldo Martello, 1967

54,80 i.i.

Un’imponente ed autorevole trattato dell’Amorth sulla storia degli ultimi secoli di Modena, impreziosita da numerose illustrazioni a colori, fac-simili e riprodugioni originali…

Visualizza carrello

Descrizione

Edizione e Anno Aldo Martello per Banca Popolare di Modena, Milano/Modena, 1967 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N e a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 482
Dimensioni 24,5 x 32 x 6 cm. Peso (senza imballo) 2,94 kg.
Descrizione

L

a presente opera fu per la prima volta pubblicata nel 1961 a cura della Deputazione di Storia Patria per le Antiche Provincie Modenesi, in edizione di 1000 esemplari. Riveduta ed ampliata nel testo, impreziosita di numerose illustrazioni a colori, di fac-simili, di riprodugioni originali, si ripresenta in veste editoriale radicalmente mutata.

Un particolare ringraziamento per il notevole contributo dato all’opera al cav. rag. Lorenzo Bossetti, appassionato studioso di storia locale ed intelligente raccoglitore di documenti preziosi.

 

Indice:

  1. MODENA AGLI ALBORI DEL SEICENTO
    Ferrara – Come Modena divenne capitale – Fervore di attività edilizja – Un giro turistico attraverso la Modena del Seicento: Canalebiaro, Piazga Maggiore e i tre palazzi comunali, la via Claudia, il Castello, i bastioni
  2. IL GOVERNO TRENTENNALE DEL DUCA CESARE
    Cesare d’ Este e il cardinale Alessandro – L’uccisione di Mareo Pio e l’incameramento dello Stato di Sassuolo – La guerra contro Lucca del 1613 – Bilancio di un Governo trentemnale – Alfonso III: dal trono al convento
  3. L’ULTIMO GRANDE DI CASA D’ ESTE: FRANCESCO I
    L’investitura di Correggio – La peste del 1630 – Inizia la costruzione del Palazzo – La geurra di Castro – Il gioco diplomatico del Duca di Modena nella lotta tra Francia e Spagna – L’alleanza francese e la campagna di guerra del 1647-48 – La nuova alleanza con Parigi e le campagne di guerra 1635-38 – Il mecenate – L’Uomo – Significato dell’azione di Francesco I
  4. VITA MODENESE NEL SEICENTO – CLASSI SOCIALI – ECONOMIA
    La giornata del Duca – Feste e divertimenti – La società dell’epoca – Le condizioni ecoomiche – Una delle manifestazioni più gloriose del Seicento modenese: la stampa
  5. LA REGGENZA DELLA NIPOTE DEL MAZZARINO
    Il breve regno di Alfonso IV – I primi durissimi passi della reggenza – Ritorno all’ordine e risanamento del bilancio – Le grandi opere – Psicologia di Laura Martinozzi – La politica estera e il matrimonio della figlia col duca di York
  6. UN’ESTENSE SUL TRONO D’INGHILTERRA ED UNA STRANA DIARCHIA
    Il dramma umano di una principessa e di una regina – Le opere culturali per impulso di Francesco II – Il cugino Cesare Ignazio arbitro della politica: un matrimonio suscita le ire del Re Sole – Ombre di guerra sul Ducato
  7. UN CARDINALE DIVIENE DUCA: RINALDO D’ESTE
    Il matrimonio con Carlotta di Brunswick – La guerra di Successione Spagnola : Modena occupata dai Francesi – Il Duca ritorna in possesso della sua capitale ed ottiene l’investitura di Mirandola e Concordia – Carlotta di Valois sposa il principe ereditario Francesco d’Este: la corte modenese sconvolta dalla capricciosa principessa – La guerra di Successione Polacca e la morte di Rinaldo
  8. FRANCESCO III
    Divertimenti e sfarzo nella corte estense – Le nozze Este-Cybo – La guerra di Successione Austriaca e la politica di Francesco III – Il sogno di un’impossibile rivincita; il problema della successione e il trattato austro-estense del 1753
  9. L’ILLUMINISMO MODENESE
    Struttura dello Stato alla metà del XVIII secolo – Il Muratori e la lotta antifendale – Il nostro giurisdizionalismo: soppressione di chiese ed enti religiosi – Il Codice Estense del 1771 – Sistemi di giustizia del Settecento modenese – Altre riforme – Piccola cronaca di un periodico governativo: «ll Messaggere»
  10. TRASFORMAZIONE EDILIZIA IN MoDENA DURANTE LA SECONDA METÀ DEL SETTECENTO
    La via Emilia – I nuovi palazgi e la grande arteria che unisce Modena alla Toscana – Giudizio su Francesco III – La figura bonaria del duca Ercole e il suo nuovo indirizzo riformatore – L’edilizia – La rivoluzione incalza: l’ultimo Estense abbandona il Ducato e muore in esilio
  11. MODENA TRA LA CISPADANA E LA REPUBBLICA ITALIANA
    La rivoluzione di Reggio – Denunzia dell’armistizio: Modena diviene il quartiere generale del Bonaparte – Il primo Congresso della Cispadana – Il secondo e il terzo Congresso della Cispadana: sul cielo di Modena il primo tricolore d’Italia – Le ladrerie francesi – Nuove soppressioni di ordini ed edifici religiosi – Il tragico 1799 con l’alternarsi dell’occupazione austriaca con quella francese – Nel 1800 sono i Francesi i definitivi padroni del campo: la pace e il lento ritorno alla normalità
  12. DAL REGNO D’ITALIA ALLA RESTAURAZIONE
    Il duplice passaggio di Pio VII – L’economia nel periodo napoleonico – La visita ufficiale a Modena dell’Imperatore – Le acque nuovamente si intorbidano: la campagna di Russia e le sue consegyenze nel modenese – Austriaci e Napoletani in città: abbattuta l’aquila imperiale, vengono innazati i vessilli ducali
  13. LA POLITICA AUTORITARIA E PERSONALE DI FRANCESCO IV
    Francesco IV durante il periodo napoleonico – Solenne ingresso del Duca in città – La struttura dello stato austro-estense – Il ritorno sulla scena politica di Napoleone e la spedizione di re Gioacchino – Ospiti illustri: Pio VII e l’Imperatrice d’Austria – Il processo di Rubiera e il martirio di don Giuseppe Andreoli – La cultura sotto Francesco IV
  14. MODENA DURANTE IL GOVERNO AUSTRO-ESTENSE
    L’agricoltura e l’industria con Francesco IV – L’industria durante il governo di Francesco V – Il commercio – Tassazione e spese pubblicbe – L’edilizia: le mura, i fabbricati presso S. Pietro, il Convitto di S. Chiara – La Cittadella, il Foro Boario, il Palazzo dei Ministeri, il Teatro della Società Filodrammatica – I1 salotto della marcbesa Carandini – Considerazioni conclusive
  15. LA RIVOLUZIONE DEL 1831
    Il presunto tradimento del Duca – La notte del 3 febbraio; la famiglia ducale lascia Modena – Governo Provvisorio e rioccupazione del Ducato da parte delle truppe anstro-estensi – Le condanne: cadono altri martiri, Menotti e Borelli – Ancora processi: la penosa condanna del Ricci – «La Voce della Verità» – Il tramonto di Francesco IV: un giudizio sull’uomo e sul sovrano
  16. DUE MONDI IN ANTITESI
    Francesco V- Energico atteggiamento del nuovo Duca nei confronti di Firenze per alcune rettifiche di confine – La lega doganale e l’accordo militare con l’Austria- Lesplosione del ’48, la Rivolugjone delle Giunchiglie e la fuga del Duca – Governo provvisorio – La partecipazione di Modena alla Prima Guerra d’Indipendenga
  17. IL DRAMMA DELILA SECONDA RESTAURAZIONE ED IL DEFINITIVO CROLLO DEL DUCATO
    Il pacifico ritorno di Francesco V – Il pragetto confederativo – Pio IX a Modena – La Seconda Guerra d’Indipendenza, il definitivo abbandono dello Stato Estense da parte di Francesco V ed il patetico addio alle truppe fedeli – L’accordo di Firenze tra il governo italiano e lo spodestato Duca – Un giudizjo su Francesco V
  18. L’ULTIMO ATTO DELLA STORIA MUNICIPALE DI MODENA
    ll commissariato straordinario dello Zini – Luigi Carlo Farini, regio governatore delle Provincie Modenesi – La situazjone venutasi a creare in Modena dopo Villafranca – Il periodo d’oro della dittatura fariniana – Il plebiscito dell’11e 12 marzo 1860
  19. TAVOLA GENEALOGICA DEGLI ESTENSI DI MODENA
  20. BIBLIOGRAFIA
  21. INDICE ANALITICO
  22. INDICE DELLE ILLUSTRAZIONI
Note bibliografiche

Prestigiosa pubblicazione fuori commercio con funzione di strenna bancaria della Banca Popolare di Modena; non molto comune e di grande formato; a copertina rigida in tela verde, con titoli e fregi in oro al piatto e al dorso; rilegata a filo; ampie marginature alle pagine, stampate su carta pergamenata di buona qualità e grammatura; dotata di sovracoperta editoriale opaca illustrata a colori e di ulteriore copertina protettiva trasparente in acetato; arricchita da numerose tavole fotografiche e disegni in B/N e a colori.

Stato di conservazione

Come Nuovo [il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e robusta; copertine rigide pressoché intatte; sovracoperta in ottimo stato, con minimi segni di vissuto ai bordi ma con zone marginali di colorazione sbiadita dalla luce; protezione in acetato trasparente compelta e senza rotture né segni; coste abbastanza luminose; ingiallimento delle pagine quasi impercettibile].

Informazioni aggiuntive

Peso 2.94 kg
Dimensioni 24.5 × 32 × 6 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Modena

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Luigi Amorth, Modena capitale. Storia di Modena e dei suoi Duchi dal 1598 al 1860, Ed. Aldo Martello, 1967”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: