BookStore - Guido Zavadini, Donizetti: vita, musiche, epistolario, Ed. Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1948

Guido Zavadini, Donizetti: vita, musiche, epistolario, Ed. Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1948

73,80

Prima edizione di una delle pietre miliari della critica musicale su Gaetano Donizetti, opera del Zavadini, data alle stampe nel centenario della morte del grande musicista.

Availability: Esaurito Categorie: ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e AnnoIstituto Italiano d’Arti Grafiche, Bergamo, 1948IllustrazioniFotografie e disegni in B/N
N. Volumi1N. Pagine1019
Dimensioni17,9 x 24,3 x 6,5 cm.Peso (senza imballo)1,60 kg.
Descrizione

Prima edizione di una delle pietre miliari della critica donizettiana, data alle stampe nel centenario della morte del grande musicista. Un autorevole resoconto della vita di Domenico Gaetano Maria Donizetti (Bergamo, 1797-1848) inclusiva di circa 160 pagine di biografia seguite dall’elenco delle onoreficenze conferitegli, 48 pagine di catalogo ragionato delle sue opere, 637 pagine di epistolario (726 lettere). In appendice: 57 lettere indirizzate a Donizetti e 43 lettere di altri nelle quali si parla di lui; chiudono il volume gli Indici di tutte le lettere, dei nomi dei destinatari, dei nomi che ricorrono nell’epistolario e delle illustrazioni.

 

Guido Zavadini iniziò la carriera di professore d’orchestra suonando al Teatro Regio nella stagione di carnevale 1884, e presto diventò oboe nelle migliori orchestre, con le quali lavorò per 25 anni in Italia, Germania, Svizzera ed Egitto. Nel 1909 concorse al posto di ispettore segretario bibliotecario dell’Istituto musicale di Bergamo, e risultò primo tra 25 concorrenti. Tenne la carica per 45 anni, insegnando anche interinalmente solfeggio, strumenti a fiato, storia della musica, acustica e letteratura poetica e drammatica. Riorganizzò l’archivio e la biblioteca dell’Istituto, ricostruendo anche la carriera degli alunni che erano passati dalla scuola. Fu anche pittore, caricaturista, e costruì arazzi. Curatore del Museo Donizettiano, nel 1936 pubblicò il catalogo e, da quando aveva preso il posto, dette la caccia ad ogni manoscritto, cimelio, curandone l’acquisto, o almeno prendendone i dati e la fotografia. Al compimento dei 90 anni la città di Bergamo gli consegnò la medaglia d’oro concessa dal ministro della Pubblica Istruzione per le benemerenze nel campo della cultura musicale.

Note bibliografiche

Voluminosa Prima Edizione del 1948, a copertina rigida in tela verde chiaro (oggi tendente al beige), con titoli e stampigliature al piatto e al dorso; rilegata a filo; stampata su carta opaca con ampie marginature alle pagine; arricchita da tavole fotografiche, riproduzioni di spartiti e repliche di lettere, anche su fogli ripiegati.

Stato di conservazione

Ottimo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura morbida e resistente; copertine rigide integre e con pochi segni di vissuto (lievi aloni e consunzioni da sfregamento in alcune zone dei piatti e del dorso); ingiallimento delle pagine in linea con la norma per l’età ed il materiale dell’epoca; coste alquanto imbrunite ma omogenee e senza fioriture].

Informazioni aggiuntive

Peso1.60 kg
Dimensioni17.9 × 24.3 × 6.5 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Bergamo

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Guido Zavadini, Donizetti: vita, musiche, epistolario, Ed. Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1948”