Giovanni Pastrone, Gli anni d’oro del cinema a Torino, Ed. UTET, 1986

19,90 i.i.

Il volume ha lo scopo di cogliere alcune fasi della nascita di un mito cinematografico, e di ridefinire la portata dell’impegno di Pastrone nell’industria del cinema.

Availability: 1 disponibili Categoria:
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione e Anno UTET, Torino, 1986 Illustrazioni
Curatore
Fotografie e disegni in B/N e a colori
Paolo Cherchi Usai
N. Volumi 1 N. Pagine 143
Dimensioni 17,5 x 24,2 x 1,6 cm. Peso (senza imballo) 0,56 kg.
Descrizione

I

l volume offre all’attenzione dei lettori una raccolta di testi e immagini relativi a un pioniere dell’industria cinematografica torinese, Giovanni Pastrone. Il suo nome è conosciuto soprattutto per la realizzazione di un film, Cabiria, che rivoluzionò la tecnica e l’arte del cinema muto e diffuse nel mondo la fama della Casa che l’aveva prodotto, l’Itala Film. «Cabiria – è stato infatti scritto – può considerarsi, sotto un certo aspetto, un lussuoso catalogo di profezie cinematografiche. Sui suoi fotogrammi è registrato tutto il programma avvenire del cinematografo».

È noto che la paternità di questo capolavoro fu ascritta per molti anni, su disegno dello stesso Pastrone, a Gabriele D’Annunzio, il quale collaborò in effetti alla stesura delle didascalie e indusse il musicista Ildebrando Pizzetti a comporre per l’opera una partitura vocale e orchestrale. Bastò una riedizione (1931) a rivelare il talento che realmente aveva dato vita a Cabiria; ma, da allora, il contributo di Pastrone all’affermazione dell’arte e industria del cinema non è stato ancora pienamente approfondito.

Il presente volume ha quindi un duplice scopo. Da un lato si propone di cogliere alcune fasi della nascita di un mito cinematografico; dall’altro cerca di ridefinire la portata dell’impegno di Pastrone «direttore artistico» all’Itala Film presentando il primo tentativo fino a oggi compiuto di sistemazione filmografica della sua opera.

Accanto all’introduzione di Paolo Cherchi Usai, curatore del volume, il lettore troverà nei documenti d’epoca e nel ricco repertorio iconografico – in parte costituito da immagini di opere da poco ritrovate e perciò documentate qui per la prima volta – le testimonianze di un progetto estetico e culturale che è parso particolarmente meritevole di essere riproposto all’attenzione del pubblico.

 

Indice.

  • Paolo Cherchi Usai, L’Itala Film di Giovanni Pastrone. L’industria come arte
    • Nota ai testi
  • Vita laboriosa e geniale di Giovanni Pastrone
  • Lettere di Giovanni Pastrone a Gabriele D’Annunzio
  • Lettere di Gabriele D’Annunzio a Giovanni Pastrone
  • Lettere di Ildebrando Pizzetti a Gabriele D’Annunzio
  • Gabriele D’Annunzio, Del cinematografo considerato come strumento di liberazione e come arte di trasfigurazione
  • Appendice. I film dell’Itala
    • Filmografia
Note bibliografiche

Pubblicazione UTET distribuita come Strenna annuale, a copertina rigida in tela grigia titolata al piatto e al dorso; rilegata e filo e stampata su carta semi-lucida di buona qualità con ampie marginature al testo; corredata da numerose fotografie e disegni in B/N e a colori; dotata di sovracoperta semi-lucida illustrata.

Stato di conservazione

Ottimo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legatura morbida e molto resistente; copertine rigide integre, con minori segni di vissuto e leggere impolverature alla tela; ingiallimento delle pagine molto ridotto, ed ampiamente nella norma per l’età ed il materiale; coste un po’ impolverate; coste poco impolverate; sovracoperta più che decorosa, con piccole abrasioni ai bordi ed al piatto posteriore, ed un rinforzo interno a nastro adesivo trasparente]

Informazioni aggiuntive

Peso 0.56 kg
Dimensioni 17.5 × 24.2 × 1.6 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Torino

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Giovanni Pastrone, Gli anni d’oro del cinema a Torino, Ed. UTET, 1986”