BookStore - Giacomo Acerbo, Fra due plotoni di esecuzione. Avvenimenti e problemi dell’epoca fascista, Ed. Cappelli, 1968

Giacomo Acerbo, Fra due plotoni di esecuzione. Avvenimenti e problemi dell’epoca fascista, Ed. Cappelli, 1968

29,40 i.i.

L’opera di Giacomo Acerbo prende l’avvio e il titolo dalle paradossali peripezie drammatiche occorse all’autore dopo l’8 settembre 1943, in piena era fascista…

Availability: Disponibile Categorie: ,
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione e Anno Cappelli, Bologna, 1968 Collana Testimoni per la storia del nostro tempo / Memorie, diari e documenti, #42
N. Volumi 1 N. Pagine 775
Dimensioni 14,3 x 21 x 5 cm. Peso (senza imballo) 0,96 kg.
Descrizione

L

a vasta opera di Giacomo Acerbo che prende l’avvio e il titolo dalle paradossali peripezie drammatiche occorse all’autore dopo l’8 settembre 1943, si differenzia decisamente dalle altre pubblicazioni che hanno trattato della medesima epoca fascista seguendo gli adusati modelli dei ricomposti memoriali o delle annotazioni diaristiche.

Essa invero, nel mentre costantemente colloca nei diagrammi essenziali della narrazione gli avvenimenti di maggiore rilievo ed anche gli episodi più significativi di quegli anni, gli uni e gli altri non sempre ben conosciuti se non addirittura ignorati, elabora sulle complesse manifestazioni come sulle variazioni d’indirizzo politico del regime e i suoi turni di fortuna, ai quali egli ha partecipato con responsabilità dirette in elevati uffici e mansioni o vi ha assistito nelle prime file, un forte e ponderato quadro critico-storico a profondi piani prospettici componibili in ordinati paradigmi, idoneo oltre a tutto a rilevare e porre nella giusta luce i moventi psicologici, individuali e collettivi, i quali agirono caso per caso, e commentare le ragioni dei successi e delle disavventure di quel travagliato periodo che ha inciso fortemente nel costume degli italiani e segnato tracce ancora visibili nella loro sociale evoluzione. L’opera ha prevalente intonazione disputativa e sovente polemica ma di aperte idee e giammai faziosa.

L’energica narrazione, che non segue uno schema meramente cronologico ma procede per vasti gruppi di argomenti fra loro collegati dalle linee dialettiche e logiche del tema generale, è altresì come una singolare costruzione letteraria, quasi un affollato romanzo storico, di suggestiva lettura. Nell’ultima parte l’autore descrive, collegandolo alle vicende della mancata difesa di Roma, lo svolgimento delle operazioni di guerra fra i due eserciti stranieri negli aspri settori dell’Appennino Abruzzese e contermini zone del Molise. La ricostruzione dei fatti bellici è stata condotta nel 1947-48 con dirette accurate inchieste e sopralluoghi da parte dell’autore medesimo, il quale peraltro nel 1943-44 si era trovato coinvolto nelle zone dei combattimenti. L’opera è corredata da numerose illustrazioni, alcune molto pregevoli e rare.

 

Indice:

  • Proemio
    • Il caso dello spartano Isada – Un battibecco poetico in tema di esperienza – La singolare mia condizione sensitiva e dialettica – Negli archivi medioevali e tra i serpari della Marsica – Dell’apologia ovvero i bassi ed alti di uno stemma borbonico – Si deve ripudiare la parenesi della storia? – I fantasmi di Ludovico il Bonario – S. Agostino e i Vespri Siciliani – La statua di Sallustio
  • Parte Prima – Le avventure dell’ultimo brigante abruzzese
    1. Alla macchia
    2. L’Epifania della vendetta politica
  • Parte Seconda – Indirizzi di governo e salienti avvenimenti fra il 1921 e il 1940 – I pretesi miei crimini politici
    1. La marcia su Roma e i suoi precedenti parlamentari
    2. L’opera riordinatrice e riformatrice dello Stato nel periodo costituzionale del governo fascista
    3. La legge Acerbo
    4. Il colpo di stato del 3 gennaio
    5. Ai margini della conciliazione
    6. La serotina, deviazione razziale del regime
  • Parte Terza – I decorsi della politica economica e finanziaria
    1. La complessa opera per il rinnovamento e potenziamento tecnico ed economico dell’agricoltura e per l’elevazione dei ceti rurali
    2. Le fortunose vicende della finanza pubblica e le fluttuazioni monetarie
  • Parte Quarta – L’autunno del regime e la catastrofe
    1. L’autunno del regime
    2. L’intervento e le responsabilità della guerra
    3. La catastrofe
    4. La dissoluzione del regime e il governo estivo post-fascista
    5. Appunti per un ritratto psicologico
  • Parte Quinta – L’armistizio e le operazioni militari in Italia dopo l’8 settembre
    1. Dissertazione introduttiva sul sistema strategico dell’Appennino abruzzese
    2. L’armistizio – Lo sbarco di Salerno e la mancata difesa di Roma
    3. La guerra peninsulare fra i due eserciti stranieri con particolari riferimenti per la regione abruzzese
  • Congedo
  • Appendice
  • Antologia selezionata dei miei peccati di superbia
    • Il santuario di S. Gabriele e la legge delle probabilità – Esiste un viale intitolato al mio nome – Tre scontri temerari: una distanza siderale con indovinelli paesani; la gavotta dell’«Andrea Chénier»; l’uomo più colto d’Italia – La patria di Ponzio Pilato e dei crocifissori di Gesù – Escursione arcadica verso un orso impagliato – Tenere in Abruzzo
  • Indice dei nomi
  • Indice delle illustrazioni
Note bibliografiche

Prima Edizione del 1968, a copertina rigida in tela marrone/beige, con titoli in nero su inserto color sabbia al dorso; rilegata a filo; arricchita da disegni e riproduzioni fotografiche in B/N nel testo.

Stato di conservazione

Più che Buono [il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura snodata e robusta; copertine rigide di aspetto più che decoroso, con qualche abrasione superficiali lungo i dorsi ed al piatto posteriore, e minori segni di vissuto ai bordi; coste impolverate, soprattutto al lato superiore].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.96 kg
Dimensioni 14.3 × 21 × 5 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Bologna

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Giacomo Acerbo, Fra due plotoni di esecuzione. Avvenimenti e problemi dell’epoca fascista, Ed. Cappelli, 1968”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: