Ennio Simeon, Per un pugno di note. Storia, teoria, estetica della musica per il cinema, la televisione e il video, Ed. Rugginenti, 1995

25,00 i.i.

Considerata da sempre fondamentale, la musica scritta per il cinema rappresenta una parte enorme dell’attività compositiva del nostro secolo…

Availability: 1 disponibili Categorie: ,
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione Rugginenti, Milano, 1995 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N
N. Volumi 1 N. Pagine 273
Dimensioni 18 x 24,5 x 2,6 cm. Peso 0,79 kg.
Descrizione

T

itolo completo: «Per un pugno di note. Storia, teoria, estetica della musica per il cinema, la televisione e il video».

Considerata indispensabile fin dall’inizio, la musica scritta per il cinema rappresenta una parte enorme dell’attività compositiva del nostro secolo. Essa ha fatto nascere una nuova estetica, ha stimolato soluzioni compositive nuove, ha contribuito a volte in maniera sostanziale all’identità di un film. Pochi compositori, anche fra i più insospettabili, sono riusciti a sottrarsi ad almeno qualche collaborazione cinematografica.

Ma negli ultimi decenni, con la televisione ed il video musicale, si sono aperte nuove frontiere alla musica applicata alle immagini, ed è nato un genere come lo spot pubblicitario che deve tantissimo proprio all’apporto della musica.

Dopo un’introduzione riguardante la situazione degli studi in materia e le metodologie di ricerca, il libro espone le teorie ed estetiche della musica per il cinema, la televisione ed il video rilevabili in un secolo di storia. La trattazione procede sia per problematiche (ad esesmpio, l’indispensabilità della musica al cinema; i modelli precedenti della musica per film; l’uso del leitmotiv) sia esponendo singole teorie dotate di particolare interesse e completezza (come quella di Sergej M. Ejzenštejn).

Il volume delinea poi la storia della musica per film nei paesi più importanti, a partire da alcune forme spettacolari precedenti il cinema (lanterna magica, pantomima) fino ai nuovi generi audiovisivi degli ultimi decenni: musica televisiva, spot pubblicitario, video musicale.

Ottanta esempi musicali ed il preciso riferimento alle partiture sostengono la trattazione analitica, arricchita anche da un vasto apparato iconografico. Il libro non si sofferma solo sulla collaborazione al cinema di grandi compositori – quali Camille Saint-Saëns, Pietro Mascagni, Erik Satie, Dimitrij Sostakovič -, ma documenta anche l’attività dei compositori prettamente o soprattutto cinematografici – dagli hollywoodiani Max Steiner e Bernard Herrmann a Nino Rota ed Ennio Morricone – nonché le pratiche musicali più correnti in uso nella televisione.

Note bibliografiche

Prima Edizione Rugginenti del 1995, a copertina rigida telata blu scuro con titoli dorati al dorso; rilegata a filo; dotata di sovracoperta fotografica lucida; corredata da fotografie, schemi e spartiti in B/N.

Stato di conservazione

Come Nuovo [volume utilizzato pochissimo, non reca danni, strappi, usure pesanti o logorii vistosi; copertine rigide quasi intatte; sovracoperta in condizioni eccellenti, con minimi segni di vissuto ai bordi e leggere opacità da sfregamento ai piatti; coste abbastanza luminose; ingiallimento delle pagine non molto marcato; legatura compatta e resistente]

Informazioni aggiuntive

Peso 0.79 kg
Dimensioni 18 × 24.5 × 2.6 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

,

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Ennio Simeon, Per un pugno di note. Storia, teoria, estetica della musica per il cinema, la televisione e il video, Ed. Rugginenti, 1995”