BookStore - G.B. Cavalcaselle e J.A. Crowe, Tiziano: la sua vita e i suoi tempi, Ed. Sansoni, 1974

G.B. Cavalcaselle e J.A. Crowe, Tiziano: la sua vita e i suoi tempi, Ed. Sansoni, 1974

31,40 i.i.

Grazie al ‘Tiziano‘ del Cavalcaselle, va riconosciuta all’autore la fondazione della nostra storiografia artistica nelle sue due direttrici: della storia, appunto, e dello studio monografico…

Availability: Disponibile Categorie: ,
Visualizza carrello

Descrizione

Edizione e Anno Sansoni, Firenze, 1974 Nota introduttiva Alberto Busignani
Collana SuperBiblioteca Illustrazioni Disegni e incisioni in B/N
N. Volumi 2 N. Pagine 501 + 654
Dimensioni 13,2 x 20 x 7,1 cm. Peso (senza imballo) 1,19 kg.
Descrizione

S

e è vero che la linea maestra della storiografia artistica italiana passa dal Cavalcaselle al Toesca a Roberto Longhi, era pur doveroso pagare il nostro debito di cultura al gran vecchio di Legnago riproponendo la sua opera, fuori del limbo polveroso delle biblioteche, al pubblico più vasto. Che non significa una celebrazione e giubilazione quasi da centenario (questo Tiziano apparve nel 1877-78), ma davvero la risposta a una determinante esigenza di rilettura oltre che di consultazione.

E infatti, lo studio della straordinaria revisione filologica condotta dal Cavalcaselle sulla pittura italiana (e famminga) nella seconda metà del secolo scorso, va ben oltre l’interesse puramente metodologico (come spesso accade per le classificazioni di estrazione positivista del contemporaneo e nemico Giovanni Morelli), tanto essa conserva di attualità critica nella vivezza e felicità del suo approccio con l’opera d’arte: contributo inizialmente di agnizione ma immediatamente di vasta strutturazione storica per l’ostinato attenersi alla concretezza dei fatti e dei rapporti, senza pericolose scivolate pseudoflosofiche (come per l’appunto il Morelli e appena piu tardi addirittura Bernard Berenson) a deformarne l’attendibile quadratura.

Cosi, se la prima “storia” della letteratura artistica non solo italiana dopo quella del Lanzi è proprio la Storia della pittura fiamminga (1857, a cui seguiranno nel 1864 e nel 1875-1909 le due redazioni della ricchissima Storia della pittura italiana), è altrettanto vero che la prima monografia in senso moderno è questo Tiziano, con che può ben dirsi che al Cavalcaselle va riconosciuta, a lui illetterato e così costituzionalmente estraneo alla cultura accademica, la fondazione della nostra storiografia artistica nelle sue due direttrici: della storia, appunto, e dello studio monografico.

[…] Con queste premesse e questi risultati vien da pensare a quale sarebbe stata la riuscita di un altro lavoro che il Cavalcaselle aveva in animo: un commento alle Vite vasariane a far da contraltare all’altro, monumentale, che dal 1846 andava conducendo il gruppo di ricercatori guidato da Gaetano Milanesi e che si sarebbe concluso con l’edizione sansoniana del 1878.

Non si dice rimpianto, ché si trattava di un progetto appena vagheggiato e sostituito col progetto ancora più grande della Storia della pittura italiana, ma certo sarebbe stato uno straordinario redde rationem per i documentaristi del Milanesi, se proprio nelle note eruditissime di questi ogni tanto lampeggia il nome del gran conoscitore, cautamente citato per tante mai attribuzioni, correzioni e distinzioni oggi universalmente accolte.

Comunque, l’opera del Cavalcaselle è così vasta e ricca da non lasciar luogo a rimpianti che non siano di trascuratezza nostra, e da offrire in ogni modo occasioni altrettanto straordinarie: se questa edizione sarà primo atto di una sua nuova fortuna anche tra i laici, avremo compiuto non solo un necessario riconoscimento, ma fatto un acquisto di eccezionale portata per la nostra storia e la nostra cultura.

Titolo completo dell’edizione originale: «Tiziano, la sua vita e i suoi tempi, con alcune notizie della sua famiglia, opera fondata principalmente su documenti inediti».

Note bibliografiche

Prima Edizione del 1974 come Ristampa anastatica dell’Edizione Le Monnier del 1877-1878, a copertine morbide con titoli in nero al piatto e al dorso; rilegata a filo; stampata su carta opaca di buona qualità, con buone marginature al testo; dotata di sovracoperte protettive lucide illustrate; corredata da illustrazioni in B/N.

Stato di conservazione

Più che Ottimo [a livello strutturale non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure gravi che vadano evidenziate; legature compatte e resistenti; copertine morbide pressoché intatte; sovracoperta in ottimo stato, con minime abrasioni/consunzioni superficiali ai bordi; coste ancora luminose; ingiallimento delle pagine quasi assente, e nella norma per l’età e il materiale].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.19 kg
Dimensioni 13.2 × 20 × 7.1 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Firenze

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

,

Illustrazioni

Formato

Genere

Soggetto

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “G.B. Cavalcaselle e J.A. Crowe, Tiziano: la sua vita e i suoi tempi, Ed. Sansoni, 1974”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: