BookStore - Aleksej Ilijč Komeč, La Russia dei monasteri, Ed. Jaca Book, 2001

-49%

Aleksej Ilijč Komeč, La Russia dei monasteri, Ed. Jaca Book, 2001

38,80 i.i.

Un viaggio tra i monasteri russi, un contributo alla conoscenza della storia religiosa della Russia, ma è anche alla storia dell’architettura e dell’arte figurativa…

Visualizza carrello

Descrizione

Edizione Jaca Book, Milano, 2001 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N e a colori
Campagna fotografica Vadim Evgenjevič Gipenreiter Traduzione Daroa Rescaldani
N. Volumi 1 N. Pagine 239
Dimensioni 23,5 x 30,5 x 2,3 cm. Peso 1,71 kg.
Descrizione

I

l Corpus Bizantino slavo in cui si inserisce questo volume si interessa allo svolgersi dell’arte bizantina, dalle sue origini sino alle sue diramazioni ed influenze in Medio Oriente, Europa occidentale e nel mondo slavo. Il Corpus visa a mostrare, tra l’altro, come Balcani e Russia harnno raccolto la diretta eredità dell’arte bizantina prima e dopo la caduta di Bisanzio.

Il Corpus, pur avendo come primo intento la ricostruzione di una evoluzione storico-artistica, ha dato spazio anche a volumi in cui l’aspetto storico-culturale era predominante, ivi compreso l’elemento spirituale essenziale alla comprensione di un mondo ortodosso. La decisione di fare un volume sui principali monasteri russi, oggi incontrabili sia da uno studioso che da un visitatore, viene dopo che il Corpus ha già pubblicato vari volumi sull’evoluzione dell’arte russa (Russia, L’arte russa delle icone, L’arte dell’antica Russia. Affreschi e mosaici), mentre altri sono in programma.

Come la stessa introduzione al volume esplicita, l’attuale complessa tipologia architettonica dei monasteri risale al XVI e XVII secolo, ma vede le sue radici culturali in quella Rus’ di Kiev dell’XI secolo. Si è sempre messo in luce che è dalla «conversione» al Cristianesimo del gran principe Vladimir nel 988 che consegue la cristianizzazione della Russia, ma il vettore di tale epocale cambio culturale, che si solidificò nel tessuto popolare, fu opera di monaci e subito il monachesimo di stampo bizantino esercitò un forte influsso religioso, sociale e culturale.

Un «viaggio» tra i monasteri russi, pur coscienti delle trasformazioni che questi luoghi hanno subito e del nuovo assetto a partire dal XVI secolo, è un contributo alla conoscenza della storia religiosa della Russia, ma è anche un essenziale contributo alla storia dell’architettura e dell’arte figurativa di cui alcuni monasteri conservano dal Medioevo tracce fondamentali.

Spesso il fare storia dell’arte partendo dalla lettura delle modificazioni degli stili ci sfuoca lo sguardo sulle «continuità». In questo, nella forza della continuita, l’arte bizantina ci facilita, e il monastero ci dà il senso di cOsa sia un «luogo» spirituale, sociale e artistico, un «luogo» che ha conservato un linguaggio estetico innovandolo secondo le contingenze e il genio di committenti e artisti.

Se la storia dell’arte europea occidentale potrà essere chiamata in futuro a valorizzare maggiormente i luoghi a volte troppo vivisezionati e letti per questo o quel periodo espressivo che vi è rappresentato, l’affronto dei «luoghi» monastici russi è immediatamente indispensabile ad una comprensione dell’arte russa. Il lavoro di A.I. Komeč diviene cosi un pilastro del nostro Corpus Bizantino Slavo.

 

Indice:

  • Presentazione
  • Introduzione
  • I MONASTERI
  • I PRIMORDI DEL MONACHESIMO RUSSO A NOVGOROD
    – Monastero di San Giorgio
    – Monastero di Sant’Antonio
  • PSKOV: TRADIZIONI ARTISTICHE E SCELTE INNOVATRICI
    – Monastero di Miroža
    – Monastero di Snetogory
  • IL CUORE DELLA VITA SPIRITUALE DELLA RUSSIA
    Lavra della Trinità di San Sergio
  • PRINCIPI E MONACI ALLA SEQUELA DI SERGIO DI RADONEZ
    Monastero di San Savva di Storoži
  • IL CUORE DEL MONACHESIMO SETTENTRIONALE
    Monastero di San Kirill di Beloozero
  • FERAPONT, DISCEPOLO DI KIRILL
    Monastero della Natività della Madre di Dio
  • DUE CENTRI DI VITA CENOBITICA A SUZDAL’
    – Monastero del Salvatore di Sant’Eutimio
    – Monastero dell’Intercessione
  • LA FONDAZIONE PRINCIPESCA DI ALEKSANDROVSKAJA SLOBODA
    Monastero della Dormizione
  • AI CONFINI OCCIDENTALI DELL’IMPERO
    Monastero delle Grotte presso Pskov
  • NEL NORD ESTREMO
    Monastero delle Solovki
  • LA FONDAZIONE DI UN PRINCIPE TATARO
    Monastero di Sant’Ipazio a Kostroma
  • LA NUOVA GERUSALEMME PRESSO MOSCA
    Monastero della Resurrezione
  • LA VENERAZIONE DI UN’IMMAGINE MIRACOLOSA
    Monastero della Tolga a Jaroslavl’
  • IN RICORDO DELLA VITTORIA PRESSO SMOLENSK
    Nuovo monastero delle Vergini (Novodevičij) a Mosca
  • Cronologia
  • Glossario
  • Bibliografia
Note bibliografiche

Pubblicazione del 2001 per la Collana Enciclopedia Tematica Aperta (E.T.A.), di grande formato, a copertina rigida in tela grigia titolata in grigio chiaro al piatto e al dorso; rilegata a filo; stampata su carta semi-lucida di buona qualità; dotata di sovracoperta protettiva illustrata; corredata da fotografie e disegni in B/N e a colori anche a tutta pagina.

Stato di conservazione

Come Nuovo [il volume non mostra danni strutturali, strappi, segni, mancanze o usure gravi che vadano evidenziate; legatura compatta e robusta; copertine rigide quasi intatte; sovracoperta in ottimo stato, con minimi segni di vissuto ai bordi (un piccolissimo rinforzo a nastro adesivo trasparente ultrasottile al piatto posteriore) e leggere opacità da sfregamento ai piatti; coste ancora abbastanza luminose; ingiallimento delle pagine pressoché assente].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.78 kg
Dimensioni 23.5 × 30.5 × 2.3 cm
Edizione

Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Genere

Soggetto

Illustrazioni

Colore principale

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Aleksej Ilijč Komeč, La Russia dei monasteri, Ed. Jaca Book, 2001”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: