BookStore - Dante Alighieri, La Divina Commedia (con illustrazioni di Galizzi e Da Osimo), Ed. Bolis, 1947

Dante Alighieri, La Divina Commedia (con illustrazioni di Galizzi e Da Osimo), Ed. Bolis, 1947

89,00

La Divina Commedia è l’opera più celebre di Dante Alighieri, una delle più importanti testimonianze della civiltà medievale, e in questa edizione si può leggerla con l’aiuto dei riassunti di Luigi Medici.

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e AnnoBolis, Bergamo, 1947IllustrazioniXilografie  in B/N e tavole a colori
XilografieGiovanni Battista Galizzi [1882-1963]TavoleBruno Da Osimo [1888-1962]
N. Volumi1N. Pagine457
Dimensioni17 x 21,8 x 4,7 cm.Peso (senza imballo)1,23 kg.
Descrizione

Titolo completo: «La Divina Commedia, con 105 tavole a colori di G.B. Galizzi, 100 xilografie di Bruno da Osimo, note e riassunti di Luigi Medici, corredata da un Dizionario dantesco».

La Comedìa, conosciuta soprattutto come Commedia o Divina Commedia è un poema allegorico-didascalico di Dante Alighieri, scritto in terzine incatenate di versi endecasillabi, in lingua volgare fiorentina. Composta secondo i critici tra il 1306/07 e il 1321, anni del suo esilio in Lunigiana e Romagna, la Commedia è l’opera più celebre di Dante, nonché una delle più importanti testimonianze della civiltà medievale; conosciuta e studiata in tutto il mondo, è ritenuta una delle più grandi opere della letteratura di tutti i tempi.

Il capolavoro assoluto della nostra letteratura, l’opera che ha fondato la lingua italiana. Una creazione poetica di assoluta novità, versi di potenza e dolcezza inaudite che scolpiscono indelebilmente nella mente del lettore ritratti di personaggi e immagini di straordinaria forza suggestiva. È questa la Commedia dantesca, un poema che, quanto più lo leggiamo e rileggiamo, quanto più tempo passa a separarci dall’epoca in cui fu composto, e tanto più sembra avere cose da dirci. Un libro che ha sollecitato la fantasia di numerosi artisti, tra cui il pittore Giovanni Battista Galizzi (che per questa edizione realizzò 105 tavole a colori tr il 1940 ed il 1943) e l’incisore Bruno Da Osimo, le cui 100 xilografie ornano l’inizio dei cento canti che compongono l’opera.

 

«Ecco qui Dante come lo sente G.B. Galizzi nelle sue illustrazioni: il suo occhio puro, nel divino poema, più che plastici atteggiamenti, più che nudità invereconde, più che fredde fantasmagorie, vede il mondo delle anime nella luce del dolore e della gioia; vede insomma un Dante cristiano, quale veramente era, e non pagano, più romantico che classico, più amante che docente, buono oltre che sapiente. E ben s’intonano alle illustrazioni le xilografie delle testate dovute al magistrale bulino di Bruno da Osimo riportanti ciascuna il verso iniziale di ogni canto. Il testo è quello dell’edizione critica della Società Dantesca Italiana, usato, anche se meno aderente al nostro modo di scrivere, perché, pur in questa edizione artistica destinata a larga diffusione, il testo abbia maggior aderenza alla originaria stesura del Poema».

[dalla Premessa]

Note bibliografiche

Prima Edizione del 1947, a copertina rigida rigida in tela bordeaux con titoli e fregi dorati al dorso e al piatto; rilegata a filo; stampata su carta opaca di media qualità; arricchita da 100 xilografie in B/N (alle intestazioni dei Canti) e tavole a colori  f.t. su carta patinata; frontespizio ad inchiostro bicromatico in rosso e nero con ritratto dell’Autore a colori in antiporta.

Difficile da rintracciare sul mercato, soprattutto a quotazioni “popolari”: nel 2018, l’edizione veniva venduta dagli specialisti anche ad €150.

Stato di conservazione

Ottimo [considerata l’età della pubblicazione, la frequente consultazione ed il materiale povero degli anni ’40, l’opera si è conservata bene, senza problemi strutturali, danni rilevanti, usure, strappi o mancanze; copertine rigide integre con poche consunzioni ai bordi ed alcune macchie di polvere/umidità accennate ai piatti; dorso non più molto nitido a causa degli sfregamenti e con una piccola mancanza alla doratura del titolo e del fregio (ma con tela sottostante intatta); ingiallimento delle pagine abbastanza marcato e con diverse fioriture/sporcature di polvere, soprattutto alle pagine neutre iniziali e finali; coste anch’esse un po’ fiorite ed imbrunite dal tempo].

Informazioni aggiuntive

Peso1.23 kg
Dimensioni17 × 21.8 × 4.7 cm
Autore/i

Dante Alighieri [1265-1321]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Bergamo

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Dante Alighieri, La Divina Commedia (con illustrazioni di Galizzi e Da Osimo), Ed. Bolis, 1947”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La ns. Sede "fisica" è aperta solo di mattina ed occasionalmente: per visitarci, è gradito un preavviso.
È sempre attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 24/48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora