BookStore - Aulo Persio Flacco e Decimo Giunio Giovenale, Satire, Ed. UTET, 1979

Aulo Persio Flacco e Decimo Giunio Giovenale, Satire, Ed. UTET, 1979

33,00

Per Persio e Giovenale, Roma era in un’ età di degenerazione e corruzione e l’unico strumento di denuncia nelle loro mani era la satira.

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: , ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e AnnoUTET, Torino, 1979CuratoriPaolo Frassinetti e Lucia Di Salvo
N. Volumi1N. Pagine488
Dimensioni16 x 23,5 x 3,5 cm.Peso (senza imballo)1,08 kg.
Descrizione

Aulo Persio Flacco e Decimo Giunio Giovenale, entrambe sono autori separati da mezzo secolo. Infatti Persio visse sotto Nerone, mentre Giovenale sotto i Flavi. Hanno condotto una vita ai margini (sia a livello biografico che culturale): di fatto non ebbero gli appoggi necessari per entrare nei circoli dell’imperatore.

Persio, anche se ebbe più successo, morì giovane (28 anni) e non poté così realizzarsi pienamente. Giovenale invece si appoggiò ad alcuni potenti dai quali però non ebbe mai una sicura protezione. Per loro, Roma era in un’età di degenerazione e corruzione e l’unico strumento di denuncia nelle loro mani era la satira.

Cosa c’era che non andava a Roma? Le famiglie imperiali non costituivano più un modello dal quale trarre spunto. La società romana era ormai composta da individui che si erano fatti dal niente: non avevano una base nobiliare o economica (vedi Trimalcione), aumentavano sempre di più quelli che venivano meno ai valori del mos maiorum, cercando il lusso e la lussuria.

Molti personaggi delle loro satire rappresentano questo mondo. Differenze: Persio scrisse 6 satire, Giovenale ne scrisse 16 raggruppate in 5 libri. Persio ebbe una formazione morale e filosofica stoica: denunciando i limiti della società  romana, invitò l’uomo a una vita più appartata, più sana, all’autosufficienza e alla saggezza. Compose satire molto dure, sembrò credere però in un’alternativa (utopistica) della solitudine stoica. Giovenale Era convinto dell’irrecuperabilità della società romana. Sembrava non prendere in considerazione l’idea di una redenzione.

Corredato da diverse illustrazioni di qualità in B/N.

Note bibliografiche

Edizione a copertina rigida in tela blu, con titoli su inserto rosso e stampigliature dorate al dorso, rilegata a filo.

Stato di conservazione

Come Nuovo [non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure particolari che vadano evidenziate; legatura robusta; ingiallimento delle pagine quasi assente, coste leggermente inscurite dalla polvere].

Informazioni aggiuntive

Peso1.08 kg
Dimensioni16 x 23.5 x 3.5 cm
Autore/i

Aulo Persio Flacco e Decimo Giunio Giovenale

Edizione

Luogo di pubblicazione

Torino

Anno di pubblicazione

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Aulo Persio Flacco e Decimo Giunio Giovenale, Satire, Ed. UTET, 1979”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La ns. Sede "fisica" è aperta solo di mattina ed occasionalmente: per visitarci, è gradito un preavviso.
È sempre attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 24/48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora