BookStore - Luigi Grassi, Il disegno italiano dal Trecento al Seicento, Ed. dell’Ateneo, 1956

Luigi Grassi, Il disegno italiano dal Trecento al Seicento, Ed. dell’Ateneo, 1956

21,40

In questo libro, Luigi Grassi ribadisce la convinzione che si possa scrivere una storia del disegni italiano come una sorta di storia dell’arte.

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: , ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e AnnoEdizioni dell’Ateneo, Roma, 1956IllustrazioniFotografie in B/N
N. Volumi1N. Pagine263
Dimensioni17,5 x 24 x 1,9 cm.Peso (senza imballo)0,68 kg.
Descrizione

Nella premessa a «Storia del disegno. Svolgimento di un pensiero critico e un catalogo», il Grassi insisteva sulla “necessità teoretica di considerare il disegno come facoltà spirituale autonoma e per sé stante dell’arte figurativa” e in quella a «Il disegno italiano dal Trecento al Seicento» ribadì la convinzione che si potesse scrivere una storia dell’attività disegnativa come una storia dell’arte.

Nella nuova edizione di questo secondo volume, stampata nel 1993 a Roma, aggiornata e ampliata con la collaborazione di M. Pepe, il G. riaffermò con vigore la sua riflessione critica in proposito e dichiarò di individuare la ragione dello studio del disegno nel “tema del disegno in sé stesso, delle relative definizioni e considerazioni quali si leggono presso teorici, trattatisti e critici d’arte”.

In quest’ottica si colloca la collana da lui ideata e diretta, dedicata al disegno italiano: nove volumi apparsi tra il 1959 e il 1982 (Venezia-Treviso), dedicati a “scuole” e ambiti cronologici, dal Trecento all’Ottocento, affidati a specialisti.

Proprio nell’interesse per la grafica e le teorie che la sottendono si devono individuare i fondamenti dell’aspetto forse maggiormente noto dell’attività del Grassi, quello di storico della critica d’arte.

I più di duemila volumi – fonti antiche in edizione originale, rari cataloghi, testi in prevalenza di storia della critica d’arte e del disegno – e le annate di riviste storiche della sua biblioteca costituiscono oggi il Fondo Luigi Grassi nella sezione della Biblioteca delle arti presso il Dipartimento di studi storico-artistici, archeologici e sulla conservazione dell’Università di Roma Tre, a lui intitolata dal 1996.

Note bibliografiche

Prima Edizione (appartenente alla Collana “Nuovi Saggi“, #18) a copertina rigida in tela beige, con titoli al dorso e grafica al piatto, rilegata a filo, stampata su carta opaca (testi) e lucida (tavv. f.t.), corredata da 154 disegni e fotografie in B/N f.t., dotata di indici e referenze molto complete a fine volume.

Stato di conservazione

Più che Buono [strutturalmente parlando, non si notano danni, scritte, segni, strappi o usure particolari che vadano evidenziate; legatura ammorbidita ma ancora resistente; copertine rigide ancora ottime, senza abrasioni, e con spigoli e bordi netti; un po’ di polvere alle coste, nella norma; ingiallimento della carta presente ma non anomalo; sporcature e piccole macchie alla sovracoperta (che reca anche alcune crepe e mancanze, riparate ove possibile dall’interno con nastro adesivo trasparente) e alle copertine rigide, solo superficiali].

Informazioni aggiuntive

Peso0.68 kg
Dimensioni17.5 × 24 × 1.9 cm
Autore/i

Luigi Grassi

Edizione

Luogo di pubblicazione

Roma

Anno di pubblicazione

Formato

Caratteristiche particolari

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Luigi Grassi, Il disegno italiano dal Trecento al Seicento, Ed. dell’Ateneo, 1956”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La ns. Sede "fisica" è aperta solo di mattina ed occasionalmente: per visitarci, è gradito un preavviso.
È sempre attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 24/48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora