BookStore - Tommaso Garzoni, La Piazza Universale di tutte le professioni del mondo, Ed. Somasco, 1592

Tommaso Garzoni, La Piazza Universale di tutte le professioni del mondo, Ed. Somasco, 1592

630,00

La Piazza Universale‘ del Garzoni è un’opera prodigiosa per la quantità sterminata di dati su tutti i mestieri e le professioni del mondo (compresa l’arte di non far nulla)…

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: , ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e AnnoGiovanni Battista Somasco, Venezia, 1592Dedicato aAlfonso II da Este, Duca di Ferrara
N. Volumi1N. Pagine958
Dimensioni17,8 x 22 x 6,5 cm.Peso (senza imballo)1,33 kg.
Descrizione

Titolo completo: «La Piazza Universale di tutte le professioni del mondo, nuovamente ristampata, e posta in luce, da Thomaso Garzoni da Bagnacavallo. Con l’aggionta d’alcune bellissime annotationi a discorso per discorso. Al serenissimo, et invittissimo Alfonso II da Este, Duca di Ferrara. Con Privilegio».

 

La Piazza Universale di Tommaso Garzoni, pubblicata la prima volta nel 1589, poco dopo la morte dell’autore, è un’opera prodigiosa per la quantità sterminata di dati su tutti i mestieri e le professioni del mondo (compresa l’arte di non far nulla). La ricchezza dei contenuti, che vanno dalla precisione delle nomenclature tecniche all’aneddotica storica, dalla riflessione morale al particolare erudito, si articola come un sapiente mosaico di citazioni di altri libri.

Eppure, nonostante ciò, la Piazza risulta nell’insieme opera originalissima, autentico capolavoro dell’arte tardo-rinascimentale. Nell’insieme una grande enciclopedia del lavoro umano, una summa di cognizioni antropologiche e storiche, ma anche una gustosa rappresentazione della quotidianità colta nei suoi aspetti umoristici e grotteschi. L’opera che aveva goduto di grande successo nello scorcio del Cinquecento e durante tutto il Seicento, solo in anni recentissimi, e a distanza di più di tre secoli, è stata ripubblicata integralmente.

Parto bizzarro e poco costruttivo di un poligrafo del XVI secolo o rilevazione tecnica ideologicamente orientata verso una nuova visione sociale? Coacervo enciclopedico di informazioni storiche, tecniche, demoantropologiche e lessicali sulle più diverse condizioni dell’umano affaccendarsi o suggestiva proposta di raccordo tra le classi e di armonia tra le forze del lavoro?

 

«Benche io per me stesso, et il Reverendo Ufficio dell’Inquisitione, insieme con gli altri deputati di Venetia in materia di stampe, habbiamo cercato, che quest’opra venga fuora con quella sincerità, che s’aspettaa alla persona dell’Autore; con tutto ciò, essendo possibile, che ogni diligenza humana sia in qualche parte diffettuosa, con questo preambulo a i Lettori, dichiara il presente Autore di tener quel tanto che tiene, et afferma la sacrosanta Chiesa Romana Catholica, et Apostolica, dalla cui dottrina et osservatione non intende in cosa alcuna per minima che si sia di separarsi; come anco all’aperta dimostra nel Discorso de gli Heretici, et de gli Inquisitori. Per tanto, se in quest’opera fusse cosa per trasenragine lasciata; che alterasse, overo offendesse in qualche modo l’orecchie de pij, et Catolici Christiani, prega l’Autore ciascuno, che s’appaghi della sua buona intentione, non essendo in poter nostro d’esser in ogni minima parola oculati perfettamente, come si conviene; et, se particolarmente nel nominar qualche autore di fede, ò di costumi profano, in cosi gran Catalogo d’auttori diversi, havesse mancato di darli questli epitethi d’infami, et scelerati, come da qualche volta all’infame Aretino, al sacrilego Agrippa, al scelerato Munstero, et ad alcuni altri tali, con questa presente corregge dove per sorte habbi mancato, dichiarando l’opere, et i nomi di cotali monstri doversi con ogni epitetho bestiale, et abbhominevole prononociare, non essendo degni di comparire in Stampa, se non in forma di bestie, et animalacci come sono. Se anco nelle cose de’ costumi vi fusse qualche paroletta più ardita, ò più indulgente di quel, che à Christiano, et Religioso s’appartiene (benché il tutto sia stato con diligenza revisito) prega ciascuno à non pigliarne scandalo, perché li rincresce sin nel cuore di non poter captivare il genio di tutti i buoni, cosi nelle parole, come né concetti dell’opra sua. Valete»

[Dedica ai lettori]

 

L’Autore:

Ottaviano Garzoni nasce a Bagnacavallo, in Romagna, primogenito di Pietro e di Altabella Lunarda nel marzo del 1549. Il fratello Bernardo gli dedicherà una scheda biografica a compendio del Serraglio de gli stupori del mondo, pubblicata postuma nel 1613. Intraprese i primi studi sotto la guida di Filippo Ossano e all’età di soli 14 anni intraprese gli studi di legge, prima a Ferrara e poi a Siena. Ma non aveva neppure concluso il terzo anno che mutò indirizzo, dedicandosi alla Logica.

Colpito da una profonda vocazione, entrò nella Congregazione Lateranense di Santa Maria in Porto a Ravenna, dove ricevette l’abito, con il nome di Tommaso, il giorno di San Luca del 1566 all’età di 17 anni dalle mani di D. Vitale de Mercati. Conosceva diverse lingue, parlava correntemente lo spagnolo e si dedicò allo studio dell’ebraico.

Parallelamente, grazie ad una memoria straordinaria, approfondì lo studio dei classici e degli storici formandosi una cultura “enciclopedica” che mise a frutto nella compilazione delle sue opere Del teatro dei cervelli umani, Dell’hospedal de’ Pazzi, Della sinagoga universale, Della Piazza universale, oltre a numerosi altri testi di carattere religioso e filosofico. Grande poligrafo, le sue opere raggiunsero grandissima fama nel suo secolo conoscendo traduzioni in francese, tedesco, castigliano e sono oggi oggetto di nuovi accurati studi e pubblicazioni.

Tommaso Garzoni moriva, appena quarantenne, a Bagnacavallo l’8 giugno 1589, assistito dai genitori e dal fratello. Il funerale veniva celebrato dal francescano Francesco da Tossignano nella chiesa di San Francesco di Bagnacavallo.

Di particolare interesse gastronomico, fra le sue opere, la Piazza universale, enciclopedico repertorio di “tutte le professioni del mondo”, pubblicata per la prima volta a Venezia nel 1585, dove compaiono pagine dedicate ai mestieri della cucina: cuochi, scalchi, trincianti, coppieri e bottiglieri con citazioni dalla letteratura classica e accurata definizione di compiti e strumenti.

Note bibliografiche

Edizione del 1592 del grande Giovanni Battista Somasco (Venezia), a copertina rigida in pelle bianca muta originale e piatti postumi, professionalmente recuperata da un lavoro di restauro, con titoli su etichetta (ormai antica) scritta a mano al dorso, rilegata a filo, con ampie marginature alle pagine e note editoriali ai lati.

Nel 2018, sul mercato internazionale e presso le principali case d’asta, sono state rinvenute pochissime copie, cedute ai collezionisti a cifre comprese tra gli €800 e gli €1500, a seconda dello stato di conservazione e dell’edizione.

Stato di conservazione

Ottimo [il volume è ben conservato e non recano strappi, pieghe gravi, mancanze o segni deturpanti a livello strutturale o delle pagine; la legatura è snodata ma molto tenace; pagine interne con bordi lievemente imbruniti e sdruciti ma complessivamente in ottime condizioni (poche, e non gravi, macchie/fioriture in alcuni fogli); copertine integre e funzionali; ingiallimento delle coste adeguato all’età; una firma ed alcune scritte (antiche) al frontespizio].

Informazioni aggiuntive

Peso1.33 kg
Dimensioni17.8 × 22 × 6.5 cm
Anno di pubblicazione

Formato

Luogo di pubblicazione

Venezia

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Tommaso Garzoni, La Piazza Universale di tutte le professioni del mondo, Ed. Somasco, 1592”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La ns. Sede "fisica" è aperta solo di mattina ed occasionalmente: per visitarci, è gradito un preavviso.
È sempre attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 24/48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora