Sussurri

Sussurri nell'Antro

Torna a Sussurri
Logo Longanesi

Longanesi

Logo Longanesi

La casa editrice Longanesi & C. è stata fondata nel 1946 da Leo Longanesi  in società con l’industriale milanese Giovanni Monti. Longanesi non faceva parte del progetto originario di Monti. Inizialmente l’industriale aveva scelto di affidarsi a Elio Vittorini, con il quale aveva steso un primo programma editoriale.

Vittorini e Monti avevano fatto acquistare, sfruttando una svendita d’occasione, un cospicuo quantitativo di carta color paglierino (carta che sarà molto riconoscibile nelle successiva produzione longanesiana), e avevano abbozzato le linee guida per una collana editoriale. Nonostante il progetto procedesse, la convivenza fra i due diventò subito difficile, Vittorini si accorse infatti di non condividere le idee conservatrici di Monti, quindi propose Leo Longanesi per sostituirlo.

Il primo successo di prestigio arriva subito, nel 1947, alla prima edizione del Premio Strega, vinto da Ennio Flaiano con Tempo di uccidere.

Nel 1956 anche Longanesi lascia la casa editrice. Monti lo valuta troppo esposto nei confronti di ambienti quali Chiesa, Democrazia Cristiana e molte istituzioni dello Stato. Longanesi aveva infatti aveva condotto campagne taglienti e sferzanti, soprattutto attraverso la rivista Il Borghese, fondata nel 1950. Monti inizierà a ritenerlo troppo pericoloso rispetto ai suoi interessi.

Abbandonando la casa editrice che portava il suo nome Longanesi si portò via, pagandolo 5 milioni, Il Borghese, mentre Monti affidò la direzione della Longanesi & C. al figlio cadetto, lo scrittore Mario Monti.

Nel 1977 la casa editrice è stata rilevata da Messaggerie Italiane, che alla fine del 1979 ne hanno affidato la direzione all’editore Mario Spagnol (1930 – 1999). Dalla morte di Spagnol (1999) la carica di direttore editoriale è stata assunta da Luigi Brioschi.

La casa editrice si è da sempre caratterizzata per la vocazione anticonformista, la piena libertà delle scelte, l’originalità delle proposte e l’orizzonte a 360 gradi.

Alla narrativa letteraria e ai generi che hanno dato vita a grandi bestseller – l’avventura, il thriller, i libri d’azione, la fantasy – la Longanesi ha accostato la saggistica del Cammeo, i libri dal giornalismo, l’arte, l’archeologia, la divulgazione scientifica (con La lente di Galileo) e le grandi espressioni del pensiero contemporaneo (Spengler, Heidegger, Russell, Jaspers).

Di recente hanno preso avvio una linea di libri di mare e la collana Le Spade che, nata in concomitanza con il centenario della nascita del fondatore, vuole rinnovare una lunga tradizione di indipendenza e anticonformismo.

La Longanesi possiede oggi un vasto catalogo internazionale, nel quale figurano importanti autori come Isaac B. Singer, William Golding, Michael Ende, Patrick Süskind, Jostein Gaarder, Wilbur Smith, Clive Cussler, James Patterson, Elizabeth George, Vikram Seth, Jung Chang, Arthur Golden, Iain Pears, Denis Guedj, Patrick O’Brian, Marion Zimmer Bradley, Susanna Clarke, Bernard Cornwell.

Tra gli italiani: Tiziano Terzani, Sergio Romano, Federico Zeri, Piero Ottone, Piergiorgio Odifreddi, Luca Ricolfi, Matteo Collura, Alfio Caruso, Marta Morazzoni, Giuseppe Conte, Francesca Marciano, Marco Buticchi.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna a Sussurri