BookStore - Armando Lodolini, Le Repubbliche del Mare, Ed. BSP/EDES, 1967

Armando Lodolini, Le Repubbliche del Mare, Ed. BSP/EDES, 1967

28,80 i.i.

La definizione di «repubbliche marinare», nata nell’Ottocento, si riferisce ad alcune città portuali italiane che dal Medioevo godettero di autonomia marittima, politica ed economica…

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Editore e Anno Biblioteca di Storia Patria / Ente per la Diffusione e l’Educazione Storica, Roma, 1967
Collez. / Serie L’Italia nei Secoli Illustrazioni 88 fotografie e disegni in B/N f.t.
N. Volumi 1 N. Pagine 371
Dimensioni 18,3 x 24,2 x 4,1 cm. Peso (senza imballo) 1,43 kg.
Descrizione La definizione di «repubbliche marinare», nata nell’Ottocento, si riferisce ad alcune città portuali italiane che a partire dal Medioevo godettero, grazie alle proprie attività marittime, di autonomia politica e di prosperità economica. Essa è in genere riferita a quattro città italiane, i cui stemmi sono riportati dal 1947 nelle bandiere della Marina Militare e della Marina Mercantile: Amalfi, Genova, Pisa e Venezia. Tuttavia, oltre alle quattro più note, sono definite “repubbliche marinare” anche Ancona, Gaeta, Noli e la repubblica dalmata di Ragusa; in certi momenti storici esse ebbero un’importanza non secondaria rispetto ad alcune di quelle più conosciute.
Uniformemente disseminate lungo la penisola italiana – al Nord, al Centro e al Sud – le repubbliche marinare furono importanti non solo per la storia della navigazione e del commercio: oltre a preziose merci altrimenti introvabili in Europa, nei loro porti arrivavano anche nuove idee artistiche e notizie su paesi lontani; con le repubbliche marinare l’Europa rialzava nuovamente lo sguardo verso gli altri continenti. Nonostante la rivalità commerciale che le metteva l’una contro l’altra, queste città, per la loro intraprendenza, lo spirito di avventura e la capacità di risorgere dopo tempi difficili, sono sempre state considerate una grande gloria per l’Italia.


Armando Lodolini nacque a Roma il 26 marzo 1888. Dopo aver conseguito la maturità classica, si iscrisse alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma. Mentre era ancora studente universitario, Lodolini vinse un concorso per la “seconda categoria” dell’Amministrazione degli Archivi di Stato, alle dipendenze del ministero dell’Interno. Nel 1909 entrò in ruolo e iniziò ad intraprendere una sfolgorante carriera scientifica che ne fece uno dei più stimati dirigenti, teorici ed organizzatori dell’Archivistica italiana. Fino al 1911 fu archivista presso l’Archivio di Stato di Modena; poi fu trasferito all’Archivio di Stato di Roma, il grande istituto che conserva le carte dell’amministrazione centrale dello Stato Pontificio.
Lodolini militò attivamente nel Partito Mazziniano Italiano, la piccola ma battagliera formazione politica nata alla fine dell’Ottocento e guidata da Felice Albani, vivacemente avversa al Partito Repubblicano Italiano, fondato nel 1895.
Nel 1926 le leggi fascistissime decretarono lo scioglimento di tutti i partiti ad esclusione del Partito Nazionale Fascista e l’Unione Mazziniana Nazionale non fece eccezione.
Lodolini continuò nel suo impegno giornalistico ma il centro della sua attività divenne sempre più l’Archivio di Stato di Roma.
Morì a Roma il 2 agosto 1966, dopo anni di attivismo storico e politico alquanti burrascosi. Egli ci additò sempre orgogliosamente e misticamente la grandezza della Patria Italiana e nell’angoscia soffocante delle presenti tenebre morali ci mostrò rincuorandoci quel chiarore di civiltà, di vita, di dignità che promanò sempiterno da Roma.
Note editoriali Seconda Edizione della ‘Biblioteca di Storia Patria’, curata dall’Ente per la Diffusione e l’Educazione Storica, a copertina rigida in tela marrone, con titoli dorati al dorso; rilegata a filo; dotata di sovracoperta lucida illustrata; stampata su carta opaca di buona grammatura; ricca di dozzine di fotografie e disegni in B/N f.t. su carta lucida, anche a tutta pagina.
Stato di conservazione Ottimo [i volumi sono stati sicuramente consultati poco e non recano strappi, segni, pieghe o danni in generale a livello strutturale o delle pagine); legature a filo snodate e resistenti; copertine rigide integre e senza consunzioni di rilievo; sovracoperte complete e senza rovinature gravi, con lievi opacità da sfregamento, ingiallimenti nella media e, a seconda dell’esemplare, con possibili piccoli interventi di rinforzo a crepe marginali fatti con nastro adesivo trasparente dall’interno; coste esterne un po’ inscurite dal tempo; carta delle pagine ingiallita entro parametri di normalità per l’età e l’edizione; alcune fioriture alle pagine neutre iniziali e finali; al secondo tomo, frontespizio e antiporta intaccati esteticamente da un alone di ingiallimento, comunque “tollerabile” nell’ottica di un libro di quest’età].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.43 kg
Dimensioni 18.3 x 24.2 x 4.1 cm
Autore/i

Armando Lodolini [1888-1966]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Roma

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Serie

L'Italia nei Secoli

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Armando Lodolini, Le Repubbliche del Mare, Ed. BSP/EDES, 1967”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La Sede "fisica" del negozio sarà chiusa per motivi familiari di salute fino al 31/8/2018.
Resterà invece attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora