Nino D’Aroma, Mussolini segreto, Ed. ESIS

45,00 i.i.

Esaurito

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Editore e Anno E.S.I.S., Roma, s.d. Illustrazioni Fotografie in B/N
N. Volumi 2 (in cofanetto) N. Pagine 469
Dimensioni 21 x 28,5 x 8 cm. Peso (senza imballo) 2,94 kg.
Descrizione

Nino d’Aroma nasce nel 1902. È politico, drammaturgo e scrittore. Durante il Ventennio è direttore dell’Unione Cinematografica Educativa, da cui poi l’acronimo Luce, divenuto il sostantivo che ancora oggi identifica la struttura.

È nell’autunno del 1943 che Mezzasoma si mette al lavoro per ricostruire la cinematografia italiana, insieme a D’Aroma, all’ex direttore Luigi Freddi e a Giorgio Venturini: l’intento è quello di portare artisti, attori, registi, sceneggiatori e personale tecnico a Venezia, dove deve nascere la nuova Cinecittà dopo i danni subiti da quella romana a causa dei bombardamenti.

L’impresa non è delle più semplici: l’Italia è in una condizione di frattura totale e molti professionisti del cinema erano semiscomparsi in attesa di conoscere gli sviluppi della guerra civile. molti, però, sono quelli che seguono il Duce nell’avventura di Salò e, in mezzo a mille difficoltà, anche la RSI, grazie al lavoro di Mezzasoma e di D’Aroma in primis riesce a produrre una dozzina di pellicole, che sono lo specchio della drammaticità del momento storico e della grave mancanza di mezzi e di denaro.

Lo sforzo, nonostante ciò, fu esemplare: fare cultura, non dimenticare il cinema, nel mezzo di una guerra civile, è cosa di cui andare orgogliosi.

Nino D’Aroma sposa l’attrice e regista ucraina Tatiana Pavlova (che Silvio D’Amico volle alla cattedra di regia della sua storica Accademia) e, nel 1976, un anno dopo la scomparsa della donna, donerà alla SIAE foto, locandine, documenti originali, oggetti di scena, caricature originali eseguite da Umberto Onorato e Filiberto Scarpelli, costumi ed abiti di scena, manifesti originali appartenuti alla moglie. Nel 2012 tutto il materiale è stato esposto in una mostra dedicata all’attrice.

Autore di molti libri, Nino D’Aroma nel ‘58 pubblica il volume “Mussolini segreto”, in cui vengono raggruppati descrizioni di eventi, “stralci” di pensiero mussoliniano e rapporti con familiari, colleghi e amici, tra i meno noti al grande pubblico.

D’Aroma e Mussolini segreto

Sono tante le circostanze che Nino d’Aroma racconta nel suo interessante volume. La sua vicinanza al Duce è tale che il giovane scrittore annota quasi quotidianamente ciò che avviene.

Un giorno, in un impeto di audacia, invocando “credito all’intelligenza e libera circolazione delle idee”, il giovane Nino dice a Mussolini: “Duce, nel mondo moderno un dittatore non può non essere moderno e illudersi che le idee possano restar chiuse in un cassetto. Nessuno avrà mai la forza di arrestare la circolazione degli umori nuovi che corrono nei cieli del mondo. Meglio che il dibattito si svolga, entro centri limiti, con libertà e spregiudicatezza. Chi ne guadagnerà sarete sempre voi, che da anni raccogliete, è vero, la messe dei consensi. In caso contrario, alla fine, diventerete responsabile anche dello schiaffo dato da un caporale della Milizia, in un qualunque paese d’Italia”.

A D’Aroma, nel 1929, il Duce confida: “questi borghesi in fregola di libertà mi fanno ridere. Essi non capiscono che la libertà è una coperta troppo corta per coprire tutti. Io ho deliberatamente scelto, perciò, coloro che hanno maggior bisogno di coperta. Giorno verrà che la coperta, per volontà nostra, sarà abbastanza larga per scaldare tutti. Fino a quel giorno noi copriremo, di preferenza, i più e non i pochi…”.
È ancora d’Aroma ad annotare, qualche anno dopo, una significativa frase del Duce: “si dice di me troppo bene e troppo bene e troppo male. E sarà così anche dopo che non sarò più. Bisognerà che i posteri si mettano d’accordo, come i viventi”
.

[tratto da www.ilgiornaleditalia.org]

Note editoriali Edizione in 2 volumi e cofanetto in pelle rossa, di grande formato e di non immediata reperibilità, con titolo d’oro al dorso, comprendente tavole fotografiche in B/N, stampata su carta opaca di qualità in riproduzione anastatica. Stato di conservazione: Come Nuovo [a parte un leggerissimo ingiallimento delle parti più chiare della carta e dell’interno del cofanetto, non c’è modo di distinguere l’opera da un’edizione nuova e appena messa in commercio].

Informazioni aggiuntive

Peso 2.94 kg
Dimensioni 21 x 28.5 x 8 cm
Edizione

E.S.I.S.

Anno di pubblicazione

s.d.

Formato

Copertina Rigida + Cofanetto

Illustrazioni

Fotografie in B/N

Lingua

Italiano

Genere

Storici

Soggetto

Storia per periodo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Nino D’Aroma, Mussolini segreto, Ed. ESIS”