BookStore - Jacob Burckhardt, L’età di Costantino il Grande, Ed. BSP/EDES, 1970

Jacob Burckhardt, L’età di Costantino il Grande, Ed. BSP/EDES, 1970

31,70 i.i.

Un quadro della decadenza del mondo pagano, su cui nacque il Cristianesimo, quasi come una “apertura” che il genio di Costantino ebbe l’intuito di favorire per primo.

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categoria:
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Editore e Anno Biblioteca di Storia Patria / Ente per la Diffusione e l’Educazione Storica, Roma, 1970
Collez. / Serie I Classici della Storia Illustrazioni 64 fotografie e disegni in B/N f.t.
Introduzione Santo Mazzarino Traduzione Paolo Chiarini
N. Volumi 1 N. Pagine 447
Dimensioni 18,3 x 24,2 x 4,3 cm. Peso (senza imballo) 1,43 kg.
Descrizione Jacob Burckhardt, il grande storico tedesco nato nel 1818 a Basilea dove morì nel 1897, appartiene alla schiera degli studiosi germanici del secolo scorso, che dedicarono anni di studi alla nostra storia antica, con lunghi e ripetuti cicli di soggiorno in Italia. Il nome di Burckhardt è nella cerchia ristretta dei più celebrati di essi, con quelli di Mommsen, Gregorovius, Niebur, Beloch, nomi tutti che costituiscono i classici intramontabili della nostra storiografia.
Questa sua opera su «
L’età di Costantino», poco nota in Italia, che la «Biblioteca di Storia Patria» presenta ai suoi lettori, è un vasto e movimentato quadro della decadenza del mondo pagano sulle cui rovine si va edificando la nuova società cristiana, quasi come una ineluttabile “apertura” che il genio di Costantino ebbe l’intuito di favorire per primo. Ma è all’opera riformatrice di Diocleziano, la cui figura lo storico tedesco fa brillare di prima grandezza nel grigiore dell’universale sfacelo, che viene dedicata gran parte del volume il quale distrugge l’aureola tradizionale che il Cristianesimo doveva poi mettere sul capo del primo imperatore cristiano che il Burckhardt ci mostra invece come un geniale ma spregiudicato uomo politico, un «egoista – egli lo definisce nelle ultime pagine – in ammanto di porpora».
Ciò che interessa il
Burckhardt è piuttosto il Cristianesimo delle origini così come fu inteso e, vissuto dagli anacoreti del deserto, ai quali egli dedica pagine bellissime, quasi a contrapporre la loro totale, selvaggia rinuncia per amore del Cristo, al freddo calcolo dell’imperatore.
Ma sul corpo della società pagana in decomposizione il trionfo del Cristianesimo viene giustificato soprattutto per il suo ruolo storico di difesa, contro la dilagante barbarie, di quanto rimaneva dell’eredità classica che da quella barbarie sarebbe stata sommersa senza il soffio vivificatore di una nuova società, artefice della distruzione della prima che fino a Diocleziano l’aveva sanguinosamente repressa.
La novità e l’importanza dell’edizione italiana di questa opera classica, di così profonda attualità e interesse nell’epoca di profonde trasformazioni economico·sociali in cui viviamo, sta nella verifica e nella illustrazione acuta e brillante che di essa offre
Santo Mazzarino, lo storico italiano di fama europea, docente di Storia Romana all’Università di Roma, vincitore per la Saggistica del «Viareggio» 1968, i cui lavori sul mondo greco-romano vengono tradotti nelle principali lingue europee a ritmo crescente.
Santo Mazzarino, che per questa Introduzione al Costantino ha voluto approfondire a Basilea, nell’archivio storico burckhardtiano, alcuni elementi dell’opera storico-letteraria dello studioso germanico, pone il lettore nella condizione ideale per addentrarsi nella piacevole lettura di questo Burckhardt giovanile la cui opera egli inquadra nella sua più vasta produzione di critica storica, cogliendone gli aspetti contrastanti e spesso intemperanti. Santo Mazzarino ci dimostra che questa opera, dopo oltre cento anni di studi e di ricerche sul mondo romano del tardo impero e sulle origini storiche del Cristianesimo, ha un intramontabile valore retrospettivo che vivifica le sue pagine di una rievocazione agile e dilettevole.
Il ricco corredo illustrativo non è stato limitato al mondo costantiniano del IV sec.; esso comprende testimonianze del secolo precedente e in particolare del periodo di
Diocleziano al quale il Burckhardt dedica pagine d’intensa rievocazione.
Note editoriali Prima Edizione della ‘Biblioteca di Storia Patria’, curata dall’Ente per la Diffusione e l’Educazione Storica, a copertina rigida in tela marrone, con titoli dorati al dorso; rilegata a filo; dotata di sovracoperta lucida illustrata; stampata su carta opaca di buona grammatura; ricca di dozzine di fotografie e disegni in B/N f.t. su carta lucida, anche a tutta pagina.
Stato di conservazione Ottimo [il volume è stato sicuramente consultato poco e non reca strappi, segni, pieghe o danni in generale a livello strutturale o delle pagine); legatura a filo snodata e resistente; copertine rigide integre e senza consunzioni di rilievo; sovracoperte complete e senza rovinature gravi, con lievi opacità da sfregamento, ingiallimenti nella media e, a seconda dell’esemplare, con possibili piccoli interventi di rinforzo a crepe marginali fatti con nastro adesivo trasparente dall’interno; coste esterne un po’ inscurite dal tempo; carta delle pagine ingiallita entro parametri di normalità per l’età e l’edizione; alcune fioriture alle pagine neutre iniziali e finali].

Informazioni aggiuntive

Peso 1.43 kg
Dimensioni 18.3 x 24.2 x 4.3 cm
Autore/i

Jacob Burckhardt [1818-1897]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Roma

Anno di pubblicazione

Serie

I Classici della Storia

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Jacob Burckhardt, L’età di Costantino il Grande, Ed. BSP/EDES, 1970”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La Sede "fisica" del negozio sarà chiusa per motivi familiari di salute fino al 31/8/2018.
Resterà invece attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora