BookStore - Stefan Zweig, La lotta col dèmone, Ed. Sperling & Kupfer, 1933

Stefan Zweig, La lotta col dèmone, Ed. Sperling & Kupfer, 1933

28,80 i.i.

In un solo volume, tre importanti biografie di Stefan Zweig [1881-1942], in un’edizione d’epoca e da collezione.

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno Sperling & Kupfer, Milano, 1933 Traduzione Aldo Oberdorfer
N. Volumi 1 N. Pagine 301
Dimensioni 14,5 x 21,7 x 3,1 cm. Peso (senza imballo) 0,50 kg.
Descrizione

Titolo completo: «La lotta col dèmone: Hölderlin, Kleist, Nietzsche» [Der Kampf mit dem Dämon] [volume II della trilogia “I costruttori del mondo: tentativo di una tipologia dello spirito“].

Un ritratto della persona e del genio di Nietzsche, piuttosto che un esame accademico o critico della sua opera e della sua filosofia. Fin dalle prime righe lo scrittore austriaco presenta la “tragedia di Nietzsche“, una tragedia “senza tempo” e “senza personaggi”. Zweig racconta di un uomo quasi del tutto cieco, tormentato da violenti mal di stomaco e terribili mal di testa, intento a condurre un’esistenza solitaria, separata, girovagando come un “vagabondo dello spirito” in anonime pensioni, ossessionato da cibo, tempo e dalla sua malcerta salute.

In Nietzsche però la tragedia della sua esistenza, la sua assoluta solitudine, la sua passione per la verità, sono fatti essenziali e inseparabili dal suo turbinoso sviluppo intellettuale, e dunque fondamentali per comprenderne l’unicità dell’opera e del pensiero. Per questo il magistrale ritratto dell’uomo Nietzsche e della sua tragica traiettoria esistenziale resta ancora oggi un impressionante documento per comprendere in profondità il pensiero del filosofo del superuomo e della volontà di potenza.

Chi è il “demone”? Come è detto nella presentazione il demone è “il vigoroso, insopprimibile impulso creativo, una forza primigenia che può condurre alla rovina come alla gloria”. E che portò Hölderlin, Von Kleist e Nietzsche (i tre protagonisti del libro) alla rovina, mentre condusse alla gloria i tre grandi personaggi a loro contrapposti Goethe, Schiller e Fichte.

L’autore dedica un centinaio di pagine ad ognuno dei tre autori, a Hölderlin il mancato curato, a Kleist il grande poeta tragico dei tedeschi, a Nietzsche, l’uccisore di Dio. Nietzsche è forse l’autore più noto in Italia ed il suo motto era “Fiat veritas, pereat vita”.

Note bibliografiche

Prima edizione del 1933, a copertina rigida cartonata marrone e mezza-tela più chiara al dorso, con titoli in oro al dorso, rilegata a filo.

Stato di conservazione

Più che Ottimo [a dispetto dei quasi 85 anni di età della pubblicazione, non si evidenziano strutturalmente danni, segni, strappi o usure particolari; copertine rigide strutturalmente integre, con pochissime abrasioni superficiali in alcune zone di bordo; dorso in ottimo stato; ingiallimento della carta presente e funzionale all’età delle opere; polvere alle coste nella norma; rilegature snodata e resistente; alcune fioriture non gravi in poche pagine]

Informazioni aggiuntive

Peso 0.50 kg
Dimensioni 14.5 x 21.7 x 3.1 cm
Autore/i

Stefan Zweig [1881-1942]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Milano

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Genere

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Stefan Zweig, La lotta col dèmone, Ed. Sperling & Kupfer, 1933”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi