BookStore - Paolo Pini, Schemi introduttivi alla Gnatologia clinica, Ed. G. Saccardin – A. Martina, 1989

Paolo Pini, Schemi introduttivi alla Gnatologia clinica, Ed. G. Saccardin – A. Martina, 1989

È una constatazione che questi anni stanno segnando il boom della gnatologia in Europa. E anche nel nostro Paese è questo il grosso fatto nuovo nell’ambito dell’informazione e dell’apprendimento.

20,00 i.i.

Esaurito

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno G. Saccardin – A. Martina, Bologna, 1989 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N e a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 138
Dimensioni 21 x 24 x 1,5 cm. Peso (senza imballo) 0,70 kg.
Descrizione

Titolo completo: «Schemi introduttivi alla Gnatologia clinica con una sintesi di Semeiologia Gnatologica e di molaggio selettivo».

«È una constatazione che questi anni stanno segnando il boom della gnatologia in Europa. E anche nel nostro Paese è questo il grosso fatto nuovo nell’ambito dell’informazione e dell’apprendimento. Era ora, dato che sembra inconfutabile che la gnatologia «è la stessa odontoiatria e che quindi «deve» improntare e guidare ogni nostro intervento diagnostico e curativo, nel superamento di una impostazione meccanicistica che ha fatto il suo tempo e che è tuttora responsabile di troppi danni di origine iatrogena occlusale.

I nomi, e le stesse persone fisiche, di Lauritzen, di Thomas, di Celenza, di Guichet, stanno diventando familiari ai frequentatori di congressi e di corsi, ove hanno introdotto il verbo gnatologico. Ma la professione, in Italia, sino a che punto è in grado di recepire questo verbo e con esso le implicazioni pratiche che ne derivano?

Questo libro vuole soprattutto contribuire a colmare un vuoto propedeutico e implicitamente provocare una motivazione alla materia, affinché essa non rimanga appannaggio di una ristretta élite ma raggiunga una cerchia più vasta di professionisti. Vuole fornire, nella maniera più piana e schematica possibile, gli elementi essenziali per capire il significato e la portata applicativa della gnatologia dì oggi, riempiendo quel vuoto concettuale che spesso sembra stare a monte della conoscenza di qualsiasi – pure indispensabile – strumento, e dell’apprendimento della relativa tecnica di impiego».

Indice:

  • Prefazione
  • Capitolo I
    • Metodo gnatologico e sistema stomato-gnatico
    • Gnatologia
    • Relazione forma-funzione
    • Metodo gnatologico
    • Sistema stomato-gnatico
  • Capitolo II
    • Le articolazioni temporo-mandibolari
  • Capitolo III
    • Il sistema neuro-muscolare
    • I muscoli scheletrici
    • L’arco riflesso
    • Il tono muscolare
  • Capitolo IV
    • I muscoli masticatori: richiami anatomo-funzionali
    • La cinetica muscolare
    • Schede anatomo-funzionali dei principali muscoli che interessano la gnatodinamica
  • Capitolo V
    • Come si muove la mandibola – Il problema della riproducibilità dei movimenti
    • Movimenti mandibolari
      • A funzionali
      • B para-funzionali
    • La riproducibilità dei movimenti
      • Gli assi del movimento
      • A Asse trasversale
      • B Asse antero-posteriore
      • C Asse verticale
    • Il movimento sull’asse cerniera
    • Il movimento sull’asse antero-posteriore
    • Il movimento protrusivo
    • I movimenti di lateralità destra e sinistra
    • Il movimento di Bennett
    • Tragitti condilari
    • Posizioni limite
    • Ambito funzionale
    • Schema di Posselt dei movimenti mandibolari dalle posizioni limite
  • Capitolo VI
    • Sull’asse cerniera
    • Assi cerniera
    • Asse cerniera terminale
    • Utilizzazione dell’asse cerniera terminale
    • Tecnica di localizzazione dell’asse cerniera terminale
    • Asse cerniera convenzionale
  • Capitolo VII
    • «Centrico» e altri termini-concetti fondamentali per intenderci e per lavorare
    • «Centrico»
    • Relazione centrica
    • Articolazione
    • Occlusione
    • Occlusione centrica
    • Occlusione eccentrica
    • Occlusione bilanciata
    • Occlusione di scivolamento bilanciata
    • Occlusione abituale
    • Occlusione abituale fisiologica
    • Occlusione abituale patologica
  • Capitolo VIII
    • Il problema della centrica nella teoria e nella pratica
    • Posizione 1 o 2 di Posselt?
    • Centrica lunga?
    • Centro muscolare
  • Capitolo IX
    • Gli articolatori
    • Impiego
    • Limiti
    • Classificazioni
    • Requisiti ideali di un articolatore
  • Capitolo X
    • Dall’occlusione bilanciata all’occlusione organica
    • Critica al bilanciamento totale
    • La disclusione
    • Principi dell’occlusione organica
  • Capitolo XI
    • La modellazione dente a dente e cuspide-fossa secondo P.K. Thomas
  • Capitolo XII
    • Anatomia dei denti in rapporto all’occlusione organica
    • Cuspidi, fosse, creste marginali
    • Cuspidi di stampo
    • Cuspidi di taglio
    • Tavola occlusale
    • Elementi anatomici particolareggiati della occlusione organica per la modellazione cuspide-fossa
  • Capitolo XIII
    • Riepilogo dei fattori che determinano l’occlusione e condizionano la modellazione occlusale del dente
    • Fattori fissi
    • Fattori variabili
  • Appendice 1
    • Schema di semeiotica gnatologica in relazione alla sindrome disfunzionale dei mascellari
      • 1 – Sistema neuro-muscolare, A.T.M. e sintomo dolore
      • 2 – Principali punti di palpazione e loro significato
      • 3 – Il dolore a distanza
      • 4 – Il sintomo scroscio articolare
      • 5 – L’ascoltazione
      • 6 – L’ispezione
      • 7 – Frequenza rispettiva dei vari sintomi
      • 8 – L’esame radiografico delle A.T.M., l’elettromiografia
      • 9 – Lo studio della situazione occlusale
  • Appendice 2
    • Tecnica del molaggio, per l’occlusione organica, nel rimontaggio su articolare e nella dentatura naturale, secondo F. Celenza
      • 1 – Significato del molaggio
      • 2 – Le tappe da seguire
  • Bibliografia in evidenza
  • Indice analitico.
Note bibliografiche

Seconda Edizione, a copertina rigida cartonata lucida, con titoli al piatto, rilegata a filo, dotata di sovracoperta lucida fotografica, stampata su carta semilucida.

Se ne trovano gli ultimi esemplari ancora in commercio, probabilmente è in via di esaurimento.

Stato di conservazione

Come Nuovo [nessuna scritta, segno, strappo o usura evidente alla struttura o alla sovracoperta; copertine rigide intatte, con spigoli e bordi netti; sovracoperta molto ben tenuta, con leggerissime alonature da sfregamento ai piatti e microscopiche abrasioni in alcuni punti dei bordi; legatura compatta e pagine senza alcun problema, e con un ingiallimento quasi assente; inscurimento delle coste assolutamente normale; probabilmente, libro mai usato].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.70 kg
Dimensioni 21 x 24 x 1.5 cm
Edizione

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Paolo Pini, Schemi introduttivi alla Gnatologia clinica, Ed. G. Saccardin – A. Martina, 1989”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi