BookStore - Charles Baudelaire, Les fleurs du mal. Petits poèmes en prose, Ed. Capitol, 1960

Charles Baudelaire, Les fleurs du mal. Petits poèmes en prose, Ed. Capitol, 1960

16,80 i.i.

I fiori del male‘ di Charles Baudelaire è considerata una delle opere poetiche più influenti e innovative non solo dell’Ottocento francese ma di tutti i tempi…

Availability: Solo 1 pezzi disponibili Categorie: ,
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno Capitol, Bologna, 1960 Traduzione Giuseppe Lanza e Massimo Bontempelli
N. Volumi 1 N. Pagine 343
Dimensioni 9,5 x 16 x 2,3 cm. Peso (senza imballo) 0,28 kg.
Descrizione

I fiori del male (Les Fleurs du mal) è una raccolta lirica di Charles Baudelaire (1821-1867). La prima edizione fu pubblicata il 25 giugno 1857, presso l’Editore Auguste Poulet-Malassis, in una tiratura di 1300 esemplari. Il testo comprendeva cento poesie divise in cinque sezioni: Spleen et ideal, Les Fleurs du mal, Révolte, Le vin e La mort.

Già il 7 luglio, la direzione della Sicurezza pubblica denunciò l’opera per oltraggio alla morale pubblica e offesa alla morale religiosa. Baudelaire e gli editori vennero condannati a pagare una multa e alla soppressione di sei liriche incriminate come immorali. La forma poetica e i temi trattati fecero scandalo: risaliva al 1845 l’annuncio della pubblicazione di 26 poesie in un volume intitolato Les lesbiennes (Le lesbiche), scelta poi abbandonata.

Nel 1861 uscì in 1500 esemplari la seconda edizione dei Fleurs du mal, dove Baudelaire rimosse le sei liriche accusate, aggiungendone 35 nuove, con una diversa divisione e aggiungendo la sezione Tableaux Parisiens.

I fiori del male viene considerata una delle opere poetiche più influenti, celebri e innovative non solo dell’Ottocento francese ma di tutti i tempi. Il lirismo aulico, le atmosfere surreali di un modernismo ancora reduce della poetica romantica, lo sfondo vagamente sinistro, tradusse Baudelaire nello stereotipo del “poeta maledetto”: chiuso in se stesso, a venerare i piaceri della carne e tradurre la propria visione del mondo in una comprensione d’infinita sofferenza e bassezza. L’intenso misticismo del linguaggio e un rigore formale freddo si trovano ad affrontare temi metafisici, teologici ed esotici.

Note bibliografiche

Apprezzabile pubblicazione di Capitol del 1960, monolingue in francese ma con prefazione di 31 pagg. in italiano, di piccolo formato e con copertina rigida imbottita e plastificata con pelle bianca di copertura al dorso, rilegata a filo.

Per nulla semplice da reperire sul mercato, anche on-line.

Stato di conservazione

Più che Ottimo [nonostante l’età dell’articolo, non si notano gravi danni, né scritte, segni, strappi o usure particolari; ingiallimento della carta presente ma decisamente nella norma per l’età e l’edizione; piccoli (e pochi) leggerissimi segni/sottolineature alle pagine fatti a matita e facilmente rimovibili; pelle al dorso della copertina con un po’ di polvere; mancanza della linguetta di chiusura della copertina].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.28 kg
Dimensioni 9.5 x 16 x 2.3 cm
Autore/i

Charles Baudelaire [1821-1867]

Edizione

Luogo di pubblicazione

Bologna

Anno di pubblicazione

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Charles Baudelaire, Les fleurs du mal. Petits poèmes en prose, Ed. Capitol, 1960”

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi

AVVISO AI CLIENTI
La Sede "fisica" del negozio sarà chiusa per motivi familiari di salute fino al 31/8/2018.
Resterà invece attivo il servizio di ordini on-line, che verrà regolarmente preso in carico,
ed evaso con frequenza media di 48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu), seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Ignora