BookStore - Max Frisch, Diario della coscienza (1966-1971), Ed. Feltrinelli

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive

Descrizione

Collana I Narratori Traduzione Bruna Bianchi
Editore e Anno Feltrinelli, Milano, 1974 Illustrazioni
N. Volumi 1 N. Pagine 317
Dimensioni 13 x 20 x 2,2 cm. Peso (senza imballo) 0,42 kg.
Trama

Max Frisch (Zurigo, 1911-1991) è considerato tra i massimi scrittori e drammaturghi di lingua tedesca.

Ha scritto opere teatrali, che risentono dell’influenza di Brecht e trattano dell’alienazione dell’uomo moderno. Tra le sue opere ricordiamo: La muraglia cinese (1946), Stiller (1954), Omobono e gli incendiari (1958), Montauk (1975), Trittico: tre quadri scenici (1978), L’uomo nell’Olocene (1979), Barbablù (1982).

Feltrinelli ha pubblicato: Homo Faber (1959; 1997) che ha ispirato il film Voyager di Volker Schlöndorff con Sam Shepard, Andorra (1962), Diario d’antepace (1962), Il teatro (1962), Il mio nome sia Gantenbein (1965; 2003), Biografia. Un gioco scenico (1970; 2005), Diario della coscienza (1974) e Don Giovanni o l’amore per la geometria (1991; 2004).

Non è un libro di aforismi, né di racconti, né un resoconto di viaggi, né una meditazione filosofica: è po di tutto questo con alcune punte davvero notevoli: i questionari semi-seri sulla speranza. sul matrimonio e sulla morte; racconti come Schizzo e L’orafo e infine, trasversale a tutto, le proposte per l’Associazione per la Morte Volontaria, con le riflessioni dell’autore sulla memoria e sulla vecchiaia ed una intera testimonianza sull’eutanasia tratta dal New York Times del 1971.

Note editoriali Prima Edizione a copertina rigida lucida del 1974. Stato di conservazione: Più che Ottimo [il tomo non dimostra per niente i suoi 40 anni, avendo tuttora una copertina quasi immacolata (tenue ammaccatura al piatto anteriore in basso, probabilmente raddrizzabile, e leggerissime opacità da sfregamento ai piatti), spigolo vivi e senza sbucciature, carta non ingiallita; unico difetto (inspiegabile peraltro): sulla costa superiore sono presenti piccole macchie e imbruniture della carta, totalmente assenti altrove. N.B.: le zigrinature diagonali visibili in foto non sono “reali”; si tratta di un riflesso laterale della luce esterna al momento dello scatto].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.42 kg
Dimensioni 13 x 20 x 2.2 cm
Edizione

Formato

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Lingua

Genere

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la visita al nostro sito, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi