Louis-Ferdinand Céline, Guignol’s Band, Ed. Einaudi, 1982

Louis-Ferdinand Céline, Guignol’s Band, Ed. Einaudi, 1982

Quest’opera di Céline fu definita (al suo apparire nel 1944) “il capolavoro surrealista tanto atteso”, stretto tra i grandi romanzi autobiografici degli esordi e la trilogia tedesca…

57,00 i.i.

Esaurito

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno Einaudi, Torino, 1982 Traduttore Gianni Celati
N. Volumi 1 N. Pagine 218
Dimensioni 14,5 x 22,5 x 2,1 cm. Peso (senza imballo) 0,39 kg.
Descrizione

«”Ogni uomo con un cuore che batte – scriveva Céline nel 1941 – possiede la sua canzone, la sua piccola musica personale, il suo ritmo incantatore”. In quegli anni di fragori bellici Céline affinava la sua personalissima concezione dello stile come una “piccola musica” che, orchestrando i rumori e le voci del mondo in un flusso verbale scandito più secondo le esigenze del ritmo che del senso, riuscisse a trasfigurare anche la realtà più desolata in una sorta di fantasmagoria.

Il segreto di questo stile non era stato carpito al jazz, come solitamente si pensa, bensì – se dobbiamo credere a Guignol’s band, il romanzo che componeva in quel periodo – a ispirarlo era stato il ricordo dei motivetti popolari ascoltati per strada o nei pub molti anni prima nella Londra del 1915-16.

Il risultato di questa evoluzione erano stati due romanzi che per quanto incompiuti rappresentano due prodigiosi esercizi stilistici: Casse-pipe e Guignol’s band […], progettati nel 1934 come due pannelli di un trittico autobiografico centrato sulle peripezie di Ferdinand: dall’infanzia (“Morte a credito“), alla guerra (“Casse-pipe“), al soggiorno a Londra (“Guignol’s band“). Ma nel corso della redazione la predisposizione a trasporre in una dimensione fantastica e comica l’esperienza autobiografica modificò profondamente il progetto iniziale. Di “Casse-pipe“, che in argot indica il tiro a segno, ovvero la guerra, dove i soldati sono esposti come bersagli al fuoco nemico, rimane solo la sequenza iniziale in cui i vagabondaggi notturni di una pattuglia di guardia, ritmati dal gioco puramente sonoro delle ingiurie, delle imprecazioni e delle urla, si trasformano in una sorta di grandioso sabba onirico.

Guignol’s band“, che al suo primo apparire nel 1944 un critico salutò, forse non a torto, come “il capolavoro surrealista tanto atteso”, stretto tra i grandi romanzi autobiografici degli esordi e la trilogia tedesca, è stato spesso ingiustamente trascurato da una critica distratta, insensibile alla verve comica e all’atmosfera quasi surreale che danno alla narrazione una leggerezza aerea sconosciuta agli altri romanzi di Céline. Con il loro ritmo indiavolato, le scene farsesche ed esilaranti popolate di personaggi clowneschi, le avventure di Ferdinand, che a Londra frequenta la “mala” francese, ricordano i film di Ridolini e le gag comiche di Stanlio e Ollio. La prosa di Celati si rivela straordinariamente congeniale alla comicità strampalata dell’originale e rivela la stessa felicità narrativa».

Note bibliografiche

Prima edizione Einaudi, a copertina rigida in tela grigio chiaro, rilegata a filo, con titoli al dorso e sovracoperta fotografica in carta lucida.
Davvero difficile da reperire, ai limiti del raro. Spesso tocca quotazioni alquanto elevate.

Stato di conservazione

Più che Ottimo [per essere un volume di oltre 30 anni fa, si presenta in condizioni eccellenti: strutturalmente è ineccepibile, non si notano mancanze, segni, strappi o usure degne di nota; ingiallimento delle pagine fondamentalmente limitato alle coste e nella norma; legatura ancora stretta e sforzata poco; bordi e spigoli del tomo e della sovracoperta ancora nettissimi; dorso (soprattutto nella sovracoperta) un po’ ingiallito dalla luce, ma più che decoroso; piatto posteriore della sovracoperta con zone un po’ inscurite dalla polvere; lievissime alonature da sfregamento tra volumi alla sovracoperta ed un po’ di inscurimento all’ultima pagina neutra, dovuto a polvere].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.39 kg
Dimensioni 14.5 x 22.5 x 2.1 cm
Edizione

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Louis-Ferdinand Céline, Guignol’s Band, Ed. Einaudi, 1982”

AVVISO AI CLIENTI
La Sede di Ferrara sarà chiusa per ferie dal 31/7/2017 al 20/8/2017.
Resterà invece attivo il servizio di ordini on-line,
che verrà regolarmente preso in carico
ed evaso entro 24-48 ore lavorative.
Potete raggiungerci anche tramite eMail
(ordini@antrodiulisse.eu),
seguirci su Facebook o cercarci su eBay.

Rimuovi