BookStore - Mario De Micheli (a cura di), Marino Marini: sculture, pitture, disegni dal 1914 al 1977, Ed. Sansoni, 1983

Mario De Micheli (a cura di), Marino Marini: sculture, pitture, disegni dal 1914 al 1977, Ed. Sansoni, 1983

Catalogo della Mostra di Marino Marini – scultore, pittore, incisore italiano – tenutasi nel 1983 a Palazzo Grassi (Venezia).

29,90 i.i.

Solo 1 pezzi disponibili

Categoria: Tag:
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Edizione e Anno Sansoni, Firenze, 1983 Illustrazioni Fotografie in B/N e a colori
N. Volumi 1 N. Pagine 209
Dimensioni 20,5 x 23,5 x 1,5 cm. Peso (senza imballo) 0,61 kg.
Descrizione

Catalogo della Mostra tenutasi dal 28 maggio al 15 agosto del 1983 presso Venezia.

Marino Marini (Pistoia, 1901 – Viareggio, 1980) è stato un artista, scultore, pittore, incisore italiano. Nel 1962 ha partecipato, insieme ai più importanti scultori internazionali dell’epoca, alla mostra Sculture nella città organizzata da Giovanni Carandente nell’ambito del V Festival dei Due Mondi a Spoleto. La sua evoluzione artistica negli anni ha visto il suo progressivo svincolarsi dalle forme definite e un crescere del suo compiacimento per forme e volumi eleganti e stilizzati. Significativa in questo senso la sua amicizia con lo scultore Henry Moore. Contemporaneamente è cresciuta la sua notorietà a livello mondiale: espone in tutti i più importanti musei e riceve continui riconoscimenti per tutti gli anni cinquanta, sessanta e settanta.

Mario De Micheli (1914-2004) è stato uno scrittore e critico d’arte italiano. Storico delle Avanguardie artistiche del 900, ha sostenuto con grande passione l’arte di impegno sociale e civile militando con la sua critica a fianco dei pittori italiani ed europei a partire dai primi anni Quaranta fino alla fine del Secolo. Nato a Genova si laureò a Milano nel 1938 con una tesi sui poeti del Surrealismo.

A Milano prese parte al gruppo di Corrente, di chiara ispirazione antifascista. Fondò varie riviste d’arte, da Realismo ad Artecontro, e organizzò numerose mostre nazionali e internazionali. Per anni e anni è stato il critico d’arte ufficiale del giornale quotidiano l’Unità. Suo è il merito di aver fatto conoscere in Italia importanti poeti ungheresi e rumeni, e molti artisti europei che la cultura italiana ancora non conosceva come la scultrice tedesca Käthe Kollwitz.

La sua visione critica si può sintetizzare nella ricerca di un’arte attenta ai valori dell’uomo e della sua lotta contro la brutalità della storia. Moltissimi sono gli artisti italiani alla cui carriera egli ha dato l’importante contributo di un aiuto e di un costruttivo consiglio. Ha insegnato Storia dell’Arte e della Letteratura italiana alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, formando intere generazioni di studenti. è deceduto a Milano ed è sepolto a Trezzo sull’Adda, alla cui biblioteca ha lasciato in eredità il fondo della sua preziosissima biblioteca (vedi Associazione Arte a Trezzo).

La sua forte visione partigiana in appoggio all’emancipazione delle classi sociali più deboli, ha fatto sì che molti leggessero la sua critica come improntata da un forte ideologismo, mentre la storia dovrà rendere atto che la sua critica, mai settaria, è sempre stata attenta alla pluralità dei linguaggi e delle diverse matrici culturali. Una tendenza nella molteplicità delle tendenze: è stata la sua parola d’ordine e il segno della sua intramontata attualità. Ha collaborato con la rivista Il Calendario del Popolo.

Note bibliografiche

Prima Edizione pubblicata per la Mostra organizzata a Palazzo Grassi (Venezia) nel 1983, a copertina morbida fotografica, titolata al dorso e al piatto; rilegata a filo; stampata su carta semi-lucida di buona qualità, ricca di molte fotografie in B/N e a colori, anche a tutta pagina.

Stato di conservazione

Ottimo [l’articolo si presenta intatto a livello strutturale, senza danni gravi, strappi, segni o usure particolari; la legatura è rodata ma resistente e funzionale; ingiallimento presente non pesante e limitato quasi solo alle pagine neutre iniziali e finali; coste esterne con leggere sporcature; copertine morbide più che accettabili, con un unico danno allo spigolo superiore sinistro del piatto anteriore, “sanato” con applicazione di nastro adesivo trasparente].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.61 kg
Dimensioni 20.5 x 23.5 x 1.5 cm
Autore/i

Mario De Micheli (a cura di)

Edizione

Luogo di pubblicazione

Firenze

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mario De Micheli (a cura di), Marino Marini: sculture, pitture, disegni dal 1914 al 1977, Ed. Sansoni, 1983”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la Vostra esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accettate implicitamente queste condizioni tecniche. Info | Chiudi