Erwin Panofsky, La prospettiva come “forma simbolica” e altri scritti, Ed. Feltrinelli, 1961

Erwin Panofsky, La prospettiva come “forma simbolica” e altri scritti, Ed. Feltrinelli, 1961

Panofsky dimostra come ogni epoca culturale abbia sviluppato un proprio modo di rappresentare lo spazio, che può essere inteso come la ‘forma simbolica’ di quella cultura.

64,00 i.i.

Solo 1 pezzi disponibili

  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive

Descrizione

Edizione e Anno Feltrinelli, Milano, 1961 Illustrazioni Fotografie e disegni in B/N
N. Volumi 4 N. Pagine 237
Dimensioni 14,7 x 22,4 x 2,4 cm. Peso (senza imballo) 0,47 kg.
Descrizione

«Nel saggio La prospettiva come forma simbolica, Erwin Panofsky dimostra come ogni epoca culturale abbia sviluppato un proprio modo di rappresentare lo spazio, che può essere inteso come la ‘forma simbolica’ di quella cultura.
Partendo dalla definizione düreriana di “perspectiva (ovvero) vedere attraverso”, l’intero quadro si trasforma in una finestra, attraverso la quale noi vediamo. […] La prospettiva, in tutte le sue forme progressivamente definite nei secoli, non è determinante per stabilire il valore artistico; tuttavia costituisce un importante elemento stilistico dell’opera stessa – come afferma
Ernst Cassirer –, è una di quelle forme simboliche attraverso cui le singole culture, le singole epoche rendono visibile la loro concezione spaziale. Sorge spontanea la domanda su quale prospettiva sia stata usata in un determinato periodo e nella cultura che lo ha caratterizzato. […]».

[treccani.it]

Note bibliografiche

Prima Edizione a copertina rigida in tela verde titolata al dorso, dotati di sovracoperta illustrata e pellicola trasparente in acetato di protezione, rilegata a filo, corredata da numerosi disegni e fotografie in B/N, anche f.t. Anche in tempi recenti, taluni esemplari di questa Prima Edizione sono stati messi in vendita on-line a prezzi ben oltre gli €200.

Stato di conservazione

Più che Buono [considerata anche l’età dell’articolo, non si notano danni strutturali, scritte, segni, strappi o usure particolari che vadano evidenziate; sovracoperta ed acetato protettivo vissuti ma funzionali e accettabili; legatura robusta; copertine in tela con spigoli e bordi ancora molto netti; all’interno, le pagine presentano un diffuso ingiallimento con zone di fioritura dovuta ad umidità… è l’unica vera pecca dell’opera, che tuttavia è estetica ma non di ostacolo alla lettura].

Informazioni aggiuntive

Peso 0.47 kg
Dimensioni 14.7 x 22.4 x 2.4 cm
Edizione

Anno di pubblicazione

Caratteristiche particolari

Formato

Illustrazioni

Genere

Soggetto

Lingua